Tagliatelle al Farro Bio di La Pasta di Camerino: sapori di una volta

Dai sapori dei grani antichi, ecco questa settimana giungere sulla tavola virtuale de L’Assaggio un buon piatto di Tagliatelle al Farro Bio. GreenPlanet dedica la sua prova ad un raffinato prodotto della tradizione bio di “La Pasta di Camerino”, principale marchio del gruppo marchigiano Entroterra SpA.

Nelle Marche e più precisamente in provincia di Macerata, una terra di genuina bellezza, grande quanto la sua tradizione culinaria, nasceva un piccolo laboratorio artigiano che, anno dopo anno, crescerà fino a diventare un’azienda premiata come produttrice della migliore pasta italiana per il rapporto qualità/prezzo.

Attraverso la macinatura a pietra, la farina biologica 100% al farro italiano conserva tutte le sue proprietà organolettiche, divenendo una ricchissima fonte di fibre, utili al benessere dell’organismo. Ricca di nutrienti come vitamine, proteine e antiossidanti, si tratta della scelta perfetta per chi vuole concedersi un piatto gustoso. Il deciso colore rustico e invitante e il sapore autentico del buon farro rendono queste tagliatelle un piatto ideale per ogni occasione.

La trafilatura al bronzo e la lenta essicazione a bassa temperatura, offrono una consistenza della pasta particolarmente ruvida e porosa, pronta ad essere avvolta da sughi di carne o di verdure. Per una cottura al dente, si consiglia di diminuire i tempi previsti sulla confezione.
250 grammi di prodotto suddivisi in quattro nidi, confezionati in un vassoio di cartoncino riciclabile, dai colori che spaziano dal verde al marrone chiaro, che ricordano la terra e le colline marchigiane. Più che meritata una valutazione di 4 su un massimo di 5, nella nostra rubrica.

Della stessa linea biologica di Pasta di Camerino al Farro si può trovare una variegata scelta fra spaghetti, penne, fusilli e ditali.

All’insegna della trasparenza è possibile, inquadrando il QR Code, visionare l’alta qualità dell’intera filiera da cui proviene il prodotto che si acquista.

Il prezzo si aggira attorno ad 1,80 euro nella GDO.

Dall’antica tradizione delle sfoglie tirate a mano dalle nostre nonne, arriva dunque il sapore della pasta di una volta, da ricordare… ma soprattutto da provare.

Stefania Tessari