Nostrano Bio, nasce il primo zucchero made in Italy 100% biologico

Dal mese di febbraio ha debuttato nelle principali insegne della grande distribuzione Nostrano Bio, il primo e unico zucchero biologico 100% italiano disponibile, novità assoluta in linea con gli ultimi trend di consumo.

Si tratta dell’ultimo nato in casa Italia Zuccheri, distributore dell’unico zucchero 100% italiano che fa capo alla cooperativa COPROB con le sue 7.000 aziende agricole riunite, garanzia di genuinità e tracciabilità dal campo alla tavola seguendo una filiera corta.

La produzione biologica avviata da COPROB offre nuove opportunità ai bieticoltori del Paese nella piena valorizzazione del territorio e della filiera agricola nazionale.

Grazie all’intervento della cooperativa, infatti, la coltivazione di zucchero bio verrà distribuito su sette regioni italiane, riportando la coltura della barbabietola in aree dove era scomparsa, con benefici per tutto il sistema agricolo.

In questo innovativo progetto BIO, Piemonte, Lombardia, Friuli-Venezia Giulia, Marche e Umbria si aggiungono, infatti, ad Emilia-Romagna e Veneto, dove COPROB è presente dal 1962, anno della sua fondazione.

“La certificazione bio – ha dichiarato al Sole24Ore Claudio Gallerani, presidente della cooperativa produttori bieticoli – è un valore ma anche un costo, che però è garantita dall’autocontrollo volontario su tutte le aziende, dallo stretto rapporto con gli enti di certificazione come Federbio e il coinvolgimento di tutti i processi, fino ad arrivare al packaging, interamente compostabile e approvato da Legambiente”.

Il prossimo passo – conclude il quotidiano finanziario – è l’uso della genetica per sviluppare piante più resistenti ai cambiamenti climatici, la meccatronica e il continuo sostegno alla ricerca per un prodotto più amico della salute, tanto che, ha spiegato Bruno Treglia, direttore generale della Coprob, “si sta già  lavorando con la startup Hehallo per la produzione di uno zucchero a basso indice glicemico”.