Ketchup bio senza zuccheri: la nuova stuzzicante bontà di Tuttovo

Chi non conosce il ketchup? Quella rossa salsa dal sapore agrodolce in cui intingere le appetitose patatine fritte? Quella salsa tipicamente americana, che in realtà vanta origini asiatiche, risalente a 500 anni or sono, precisamente nella zona a sud di Shanghai, davanti all’isola di Taiwan, dove inizialmente veniva prodotta con soia e acciughe, poi sbarcata in Europa nel 1600 e soggetta a infinite personalizzazioni.

Una piccola introduzione storica, per dire che questa settimana, con la prova de L’Assaggio di GreenPlanet, andremo a esaminare un ketchup davvero speciale: il Ketchup Biologico senza zuccheri aggiunti, prodotto da Tuttovo.

L’azienda Tuttovo, con sede nella cittadina di Rivoli (Torino), ai piedi delle Alpi, è nata come azienda trasformatrice di ovoprodotti, semilavorati a base d’uova per l’industria alimentare, specializzatasi in salse e sughi biologici, fornendo qualità e sicurezza grazie a processi produttivi coperti da brevetti, e ai controlli rigorosi garantiti dalla certificazione Bioagricert. Tutti i prodotti Tuttovo sono biologici, senza glutine e inseriti nel prontuario AIC. Tuttovo è fornitore ufficiale di 24 ristoranti Ikea Italia, con il brand “Natura è piacere”. Anni di attenta ricerca in chiave salutistica, perché, senza rinunciare al piacere, Tuttovo è riuscita a produrre un ketchup senza zucchero ma dolcificato con eritritolo, una sostanza ricavata dal mais, attraverso un processo di fermentazione simile a quello della maturazione della frutta.

Scoperto nel 1948 da un chimico scozzese, l’eritritolo, dal nome “esplosivo”, porta con sé molti vantaggi: fornisce energia pari allo “0” kcal/g; una volta assunto non altera l’indice glicemico, pertanto è adatto ai diabetici; è privo di effetti di lassativi, e, infine, svolge un’azione antiossidante e antiradicalica.

Si tratta di un prodotto artigianale, vegano, venduto in vasetti di vetro contenenti 220g di salsa. Il packaging è visivamente invitante, grazie anche alla targhetta verde, come l’etichetta, legata con elastico dorato sotto il coperchio. Questa dichiara 39 Kcal per 100g e riporta simpaticamente la ricetta: “abbiamo usato il succo di mezza mela per fare l’aceto e abbiamo cotto 15 pomodori maturi italiani”.
Davvero un buon prodotto, meritevole dell’assegnazione di un 5 che “certifica” una qualità complessiva eccellente.

Questo prodotto viene venduto in negozi di alimentari e in gastronomie specialmente nel Nord Italia al prezzo di circa 4 euro al vasetto.

Pronto per arricchire lo sfizio delle patatine fritte (ogni tanto…), e per insaporire panini farciti, da “Natura è piacere” un Ketchup salutistico che permette di non rinunciare a… “tutto il piacere del gusto che cercate”.

Stefania Tessari

LA VALUTAZIONE. Prodotti di scarsa qualità o di tracciabilità incerta non sono presi in considerazione. La valutazione da 1 a 5 ha il seguente significato: valutazione 1 significa che il prodotto è giudicato di qualità complessiva sufficiente; valutazione 2 qualità complessiva più che sufficiente; valutazione 3 qualità complessiva buona; valutazione 4 qualità complessiva ottima; valutazione 5 qualità complessiva eccellente. Per qualità complessiva si intende la somma dei fattori della qualità intrinseca (caratteristiche organolettiche, gusto, sapore, salubrità) e della qualità estrinseca (filiera garantita, imballaggio compostabile, chiarezza dell’etichetta, altro).