Francia, cambia proprietà l’insegna di prossimità di Bio c’Bon

La famiglia Zouari, azionista di riferimento dei surgelati Picard e uno dei principali franchisee di Casino, ha annunciato la sua intenzione di acquisire il retailer specializzato in prodotti biologici Bio c’Bon, fondato nel 2008 da Thierry Brissaud, con all’attivo 158 negozi e 1.500 dipendenti. 

“Gli azionisti di Bio c’Bon e la famiglia Zouari sono entrati in negoziazione esclusiva con l’obiettivo di arrivare alla cessione a questi ultimi di una partecipazione di maggioranza del capitale della società francese del marchio”, si legge in una nota congiunta. Nel 2020 gli Zouari hanno ceduto i 189 Leader Price che gestivano in franchising da Casino per facilitare la cessione dell’insegna discount a Aldi. Sempre in franchising gestiscono 200 Monoprix e Franprix per alcuni laboratori di innovazione del gruppo Casino. Nell’ottobre 2019, invece, avevano acquisito il 43% di Picard per 156 milioni di euro dalla società svizzera Arytza, che puntava a disimpegnarsi dall’azienda specializzata in surgelati.

L’offerta della famiglia Zouari, il cui ammontare non è noto, “è soggetta al soddisfacimento di una serie di condizioni, compresa l’approvazione dell’autorità per la concorrenza”, precisa la nota.

A suscitare l’interesse del patron Moez-Alexandre Zouari è il posizionamento stesso di Bio c’ Bon quale insegna di prossimità oltre che di giusta risposta alla domanda di prodotti qualità sempre più forte da parte dei consumatori francesi.