CCPB al Biofach con un ruolo sempre più internazionale

Al via Biofach, la migliore occasione per presentarsi alla platea del biologico internazionale. CCPB è presente con un doppio stand: nell’area food (pad. 4-511) e nell’area Vivaness cosmesi (pad.3C-270), testimoniando così l’impegno con cui l’ente certificatore bolognese si dedica a questo settore.

Per questa edizione CCPB organizza inoltre il convegno “Black Sea Region: yield variability for organic crops”, venerdì 14 febbraio ore 11-11,45, Helsinki Room CCN OST. Lo sviluppo del bio nell’area del Mar Nero ha causato talvolta tensioni e dati contrastanti sulle rese produttive di alcune commodities ottenute con il metodo biologico. CCPB, con il supporto di Aretè srl, società di studi economici di settore, ha approfondito con specifici strumenti di indagine il tema delle rese ottenibili in quest’area e vuole far conoscere i risultati di queste analisi al pubblico di Biofach.

La presenza di CCPB a Biofach 2020 vuole sottolineare l’importanza della certificazione e dei conseguenti controlli dei prodotti quale garanzia per il mercato e il consumator. “Il biologico già oggi fornisce una produzione agricola e alimentare per il bene comune di tutto il pianeta, rispondendo a domande fondamentali per il futuro del mondo e dei suoi abitanti – afferma Fabrizio Piva, amministratore delegato di CCPB -. In questo scenario il ruolo della certificazione è fondamentale: assicura che le richieste di mercato e consumatori siano rispettate secondo i criteri dei regolamenti comunitari e internazionali”.

Studi scientifici mostrano che l’agricoltura bio protegge l’acqua, mantiene il suolo fertile e rende fertili nuovi terreni, promuove la biodiversità, sostiene la lotta al cambiamento climatico, protegge la salute e crea reddito per intere famiglie. Tutto questo – ribadisce il CCPB – non sarebbe possibile senza la certificazione. CCPB offre servizi di certificazione secondo i principali standard del biologico e della sostenibilità, grazie al quale le aziende sono in grado di esportare ed essere presenti nei mercati di tutto il mondo.

La Commissione europea ha riconosciuto CCPB come organismo di certificazione equivalente in 49 Paesi del mondo. In più l’ente di controllo è il primo organismo in Italia ad aver ottenuto il riconoscimento per operare in conformità alle legislazioni nazionali di Stati Uniti, Giappone e Canada. CCPB è inoltre capogruppo di 5 società presenti nel Mediterraneo: Egitto, Tunisia, Turchia, Libano e Marocco.