CalabriaBio, un marchio unico per le produzioni bio calabresi di qualità

Grande successo della presentazione del nuovo brand CalabriaBio al Biofach di Norimberga, fiera internazionale dei prodotti biologici. Si tratta del risultato di un lungo lavoro che l’Associazione Punta Stilo sta portando avanti dal 2013 e con il quale, attraverso una rete di imprese calabresi selezionate in base alla loro affidabilità e qualità dei loro prodotti, si vuole affrontare il mercato nazionale ed europeo del bio.

Tanti i contatti e molto interesse per ciò che sta dietro il marchio CalabriaBio, che vuole rappresentare il meglio delle produzioni biologiche calabresi all’interno di una filiera che deve rispondere a rigorosi standard di qualità e disciplinari di produzione.

Alla base di tutto il progetto c’è la volontà di rompere con un sistema frammentato e poco collaborativo. Oggi il mercato richiede qualità e affidabilità e il brand CalabriaBio si propone per soddisfare questa domanda.

Tutti i prodotti a marchio CalabriaBio sono controllati in tutte le loro fasi di produzione, dal campo alla loro trasformazione, così come le aziende aderenti e i loro processi di produzione.

Questo è quanto presentato al Biofach. Un marchio unico che possa far riconoscere i prodotti calabresi biologici di qualità. Un progetto ambizioso ma che mira a dare forza ad un settore di grande valore, oggi frammentato e disorganizzato.

Il marchio CalabriaBio si è presentato al Biofach con una base produttiva costituita da tre cooperative e altre 35 imprese, con un paniere di prodotti che conta già oltre 100 referenze, tra agrumi, kiwi, avocado, orticole, succhi, confetture, farine e derivati, vino, tra cui lo spumante Guardavalle, il primo spumante calabrese da vitigno autoctono e oli EVO, di cui uno dei nostri olii è stato premiato tra i migliori olii tra oltre 300 valutati al concorso internazionale, unico olio calabrese premiato.

Un progetto che ha riscosso grande apprezzamento e interesse che permetterà nel prossimo periodo di allargare le opportunità di mercato che già oggi vedono una crescita del 30% annuo all’interno delle attività dell’Associazione Punta Stilo.