Burro Biologico di Montanari e Gruzza: un burro da “Re”

Questa settimana la ricerca di un prodotto da sottoporre alla prova di L’Assaggio di GreenPlanet si svolge al banco frigo, finché l’attenzione si posa nel reparto caseario, precisamente sul Burro Biologico del “Re dei Formaggi”.

Il Burro Biologico dell’azienda Montanari e Gruzza: un prodotto ideale per il consumatore che crede in uno stile di vita più naturale e in armonia con la terra.

L’azienda emiliana Montanari e Gruzza, nota nel settore anche con la denominazione “Il Re dei Formaggi”, nasce in Emilia nel 1950, lungo la valle del fiume Enza, dove le province di Parma e Reggio Emilia si congiungono, in una terra che, per eccellenza, genera l’inimitabile Parmigiano Reggiano, orgoglio italiano.

Nel rispetto di tutti i componenti, l’azienda intende offrire al mercato un burro speciale, prodotto con la panna affiorata naturalmente dal latte, che verrà centrifugata, pastorizzata e burrificata, per completarne il confezionamento in panetti di vario peso. È un burro naturale, genuino. La materia prima proviene quotidianamente da aziende agricole biologiche che si estendono tra la montagna e la collina emiliana-parmense. Esse rispettano un attento e scrupoloso disciplinare bio.

Il suo aspetto candido e il gustoso aroma ricordano il latte appena munto. Il burro, messo al bando negli anni ‘70/’80 dagli studi di dietologi e nutrizionisti, ora sta lentamente riguadagnando terreno, seppure con tutte le attenzioni riservate ad un alimento costituito in gran parte da grassi saturi. È formato da acidi grassi a catena corta che, grazie alla loro struttura semplice, vengono subito bruciati dall’organismo, invece di depositarsi e formare massa grassa. È un ottimo alimento ma solo se inserito in una dieta varia ed equilibrata.

Rimane un ingrediente fondamentale nella cucina di quasi tutto il mondo, grazie al ricco sapore e alla “palatabilitá” che conferisce ai piatti in cui è presente. Ha il duplice pregio di donare una consistenza che può prestarsi sia alla morbida torta, che alla friabilità della pasta frolla.

Venduto in confezioni di panetti da 125 grammi (oltre che in altri formati), dal delicato colore giallino, avvolti in carta verde bandiera, su cui appaiono le scritte della medesima tonalità paglierina del burro contenuto all’interno. Il prezzo di vendita nella GDO si attesta sull’1,30 euro.

Il voto assegnato a questo assaggio, contraddistinto da qualità complessiva ottima, è indubbiamente un 4 pieno.

Per apprezzare al meglio la bontà del Burro Biologico Montanari e Gruzza, ed assaporarne il sapore insieme delicato ed intenso, è doveroso assaggiarlo crudo, o spalmato su una fetta biscottata. Se unito ad una genuina marmellata diventa una squisitezza per il palato e per chi vuole regalarsi una piacevole colazione. Un ritorno alle sane e nutrienti colazioni di una volta, preparate in famiglia, senza l’uso di conservanti chimici o eccessiva carica zuccherina. Sano, naturale… e soprattutto bio: un burro “da Re”!

Stefania Tessari