Austria Felix per il bio: crescono produzione e consumi

Sono 24.372 le società agricole bio registrate in Austria nel 2019, pari al 22% del totale. Secondo un recente report dell’USDA, la superficie coltivata in regime biologico nel Paese ammonta a 665.805 ettari. Nel suo complesso, il mercato biologico ha un valore stimato di 1,93 miliardi di euro. I punti vendita bio più importanti in Austria sono le catene di supermercati convenzionali e, ovviamente, i negozi biologici specializzati.

Tutte le grandi catene di supermercati austriache – si ricava dal report dell’USDA –  hanno la propria etichetta biologica. Nel 1994 il gruppo tedesco Rewe ha lanciato il suo marchio biologico ‘ja! Natürlich’ (Sì, naturalmente!) nei suoi punti vendita austriaci a insegna Billa e Merkur.

Diverse catene di supermercati hanno seguito il suo esempio. Spar è il secondo principale rivenditore in Austria e ha lanciato il suo marchio ‘Natur*pur’. A seguire c’è il discount Hofer, con la sua etichetta ‘Zurück zum Ursprung’ (Tornare alle origini).

Il 9% circa di tutti gli alimenti freschi presenti nel settore al dettaglio austriaco sono biologici. Le vendite di alimenti biologici sono aumentate di oltre il 50% dal 2013. Ciò corrisponde a una crescita cinque volte più alta rispetto a quella registrata dai prodotti alimentari convenzionali. Anche il consumo di frutta biologica continua ad aumentare. I

n Austria la spesa pro capite di prodotti biologici è una delle più alte al mondo.
Gli agricoltori biologici austriaci si stanno impegnando per soddisfare la domanda elevata dei consumatori. Gli alimenti biologici sono passati dall’essere un mercato di nicchia a rappresentare una quota importante del mercato. Quasi tutti i nuclei familiari austriaci acquistano prodotti biologici, almeno occasionalmente, e la frequenza è in aumento.