A marzo negli USA balzo senza precedenti dell’ortofrutta bio

La vendita di ortofrutta biologica è cresciuta del 22% in valore a marzo negli Stati Uniti rispetto al marzo 2019, un  balzo che il Performance Report dell’associazione Organic Produce Network definisce senza precedenti nella storia recente delle vendite al dettaglio di generi alimentari negli US. Nel primo trimestre 2020 l’aumento delle vendite di ortofrutta bio è stato complessivamente dell’8% in valore e del 10% in volume. Negli stessi tre mesi la crescita dell’ortofrutta convenzionale è stata del 6,6% in valore e del 7,7% in volume.

Il COVID-19 ha influenzato questi dati in modo determinante. A marzo, con il procedere dell’epidemia e dell’allarme da essa provocato, la corsa agli acquisti ha svuotato gli scaffali di molti punti vendita portando ad un rapido esaurimento delle scorte. Matt Seeley, direttore generale dell’Organic Produce Network, ha precisato che i prodotti biologici hanno confermato le loro migliori performance nell’Ovest, che normalmente copre il 34% delle vendite bio negli US, e nella costa Est, ma che l’emergenza sanitaria rappresenta un’importante opportunità per la crescita dei consumi dei prodotti bio nel Midwest e negli Stati del Sud.

All’interno dell’Organic Produce Network si sta pensando a come allargare la base dei prodotti biologici, le cui categorie sono di gran lunga inferiori alle categorie dell’ortofrutta convenzionale. Il 71% dei volumi di ortofrutta bio venduta negli Stati Uniti è coperto da solo 10 categorie mentre le prime dieci categorie dell’ortofrutta tradizionale coprono il 52% dei volumi venduti. I primi tre prodotti bio per volumi di vendita, rappresentanti ben il 44% dei volumi complessivi della vendita di ortofrutta bio negli USA, sono banane, carote e mele, ma sul podio del valore i rapporti cambiano, le insalate bio in busta scalzano le carote e si insediano al primo posto seguite dalle mele in seconda posizione e dalle banane terze.

Seeley ritiene che il consumatore americano, in questi tempi di incertezza, cerchi “qualcosa in cui riporre la propria fiducia” e l’ortofrutta biologica sia “l’opzione salutare e sicura” che gli dà un risposta.