SANA, iniziative congiunte ICEA-IFOAM

Inserito il 13 settembre, 2013 - 07:21

'Il rilancio della formula del SANA, tornato a rivolgersi ai consumatori come evento della cultura sostenibile, ci ha trovato concordi. E si è riflesso anche nell’affluenza costante allo stand ICEA, che ha riscosso notevole interesse non solo di aziende e operatori ma anche di semplici cittadini. Ciò anche grazie all’idea di concentrare in un unico stand tutti i settori della nostra certificazione, food e non food, oltre alla cooperazione internazionale, in un programma arricchito da eventi e incontri affollati come quello sul GreenWay To Life per la detergenza bio'. Così il presidente Gianni Cavinato all’indomani della chiusura del Salone bolognese del biologico e del naturale, che ha chiuso i battenti il 10 settembre.


Anche quest’anno dunque l’Istituto Certificazione Etica e Ambientale è stato presente al salone con il suo stand istituzionale - unico con pavimento ecologico in erba naturale - nel pad 33, organizzando vari appuntamenti, a cominciare da due seguìti convegni, uno nel settore food e uno in quello della detergenza bio. Il primo è stato un seminario dal taglio internazionale: 'Le organizzazioni leader del biologico europeo affrontano insieme le nuove sfide della sostenibilità', organizzato da ICEA con Loa - Leading Organic Alliance. I lavori, moderati dal direttore di IFOAM Europa Marco Schlueter, hanno visto l’introduzione del presidente Icea Gianni Cavinato e le relazioni di due esperti dell’Istituto, Federico Peduzzi e Paolo Foglia; tra gli altri, hanno partecipato anche rappresentanti di Biosuisse e Naturland.

E proprio Laura Spring e Fabrizio Keller di BioSuisse (Svizzera) e Manfred Fuerst di Naturland (Germania) al termine dell’incontro, nello stand Icea, sono stati a disposizione delle aziende certificate Icea interessate ai marchi volontari e alla commercializzazione nei rispettivi mercati, per incontri informativi dedicati.

Nata due anni fa tra i principali organismi del biologico europeo, la Loa rappresenta un laboratorio attivo per approfondire gli aspetti etico e ambientali che sono stati alla base della nascita e diffusione del biologico in Europa al fine di garantirne la loro applicazione nella filiera agro-alimentare e nei settori non ancora regolamentati. Le organizzazioni aderenti alla Loa, inoltre, stanno collaborando per favorire il mutuo riconoscimento e sviluppo dei rispettivi standard privati e per aumentare l’efficacia dei sistemi di controllo a livello internazionale.

Il secondo appuntamento, sui detergenti bio, 'The GreenWay To Life - Detergenti Bio', è stato di fatto la presentazione italiana dell'iniziativa, dopo quella avvenuta al Biofach-Vivaness e prima della prossima già prevista in Francia. GreenWay to Life è un’associazione europea (Italia, Francia, Belgio, presto anche Germania) di produttori grandi e piccoli - ma anche di enti certificatori e di distributori - nata dal basso, concependo la sostenibilità nel settore della detergenza bio non solo limitata alle materie prime utilizzate, ma allargata all’intero ciclo di vita dei prodotti: dal confezionamento al trasporto, allo smaltimento.

Il disciplinare Greenway to life prevede un sistema di calcolo in modo innovativo la frazione naturale e quella bio dei detergenti. I primi prodotti a marchio Greenway arriveranno sui mercati a settembre. Tutti i prodotti Italiani saranno controllati da ICEA in base a un accordo di collaborazione in esclusiva con l’associazione (Info ICEA: Alessandro Spadoni, cosmetici@icea.info).

Tra le altre iniziative ICEA, da segnalare anche la presentazione e distribuzione al Salone della pubblicazione IFOAM 'Norme UE per la produzione di vino biologico: contesto, valutazione e ulteriore sviluppo del settore'. Alla presenza di Marco Schlueter (direttore di IFOAM UE), nello stand ICEA, è stata presentata la versione italiana della guida IFOAM sul vino biologico: ricca di approfondimenti tecnico-normativi, contiene un’approfondita analisi del settore a un anno dalla entrata in vigore del Reg. CE 203/2012. Icea, partner e sponsor del progetto, ha curato la traduzione e la stampa dell’opuscolo distribuito nello stand Icea a tutti gli interessati.

In contemporanea, sul sito www.icea.info è ancora online uno Speciale sul vino biologico con tutte le indicazioni per l’esportazione del vino biologico nei principali mercati extra UE. Il pdf in italiano della Guida è scaricabile da www.icea.info (area news).

Infine, da ricordare, oltre a un incontro tecnico di aggiornamento dei soci italiani IFOAM organizzato nello stand dell’Istituto, anche la testimonianza del presidente Gianni Cavinato al seminario 'Biologico nei mercati emergenti. La certificazione bio per il mercato cinese e coreano', organizzato da Bioagricert, l’organismo con cui ICEA ha condiviso l’ente partner per la certificazione dei prodotti destinati al mercato cinese (Organic Food Development Center - www.ofdc.cn).

Molte le aziende presenti all’incontro, anche del settore cosmesi. La Cina, già da diversi anni, si è dotata di una normativa statale e un marchio nazionale per i prodotti biologici che prevedono l’obbligo di assoggettamento al controllo di un Ente di certificazione autorizzato dal governo cinese.