Quali opportunità di lavoro dal bio? Se n'è parlato a Bologna

Inserito il 9 maggio, 2014 - 18:00

Proposte per un biologico che sia opportunità per mestieri nuovi, sostenibili e belli.

Se ne è discusso il 7 maggio a Bologna per iniziativa di Alce Nero. Si sono incontrate autorevoli voci del settore e singoli operatori per proporre idee di cambiamento, nuove opportunità professionali e di sviluppo che riguardano l'agricoltura, la trasformazione e tutte le attività che hanno a che fare con il Cibo Vero.

Sono intervenuti Antonello De Oto, presidente di Fondazione Rusconi, Paolo De Castro, presidente della Commissione Agricoltura del Parlamentare europeo, Andrea Segrè, presidente di Last Minute Market, Tiberio Rabboni, assessore all'Agricoltura Regione Emilia-Romagna, Beppe Croce, presidente di Legambiente, Paolo Carnemolla, presidente di Federbio e Lucio Cavazzoni, presidente di Alce Nero e Mielizia. 

'II biologico e la sostenibilità vera rappresentano una miniera di opportunità di lavoro e di sviluppo. Abbiamo deciso di organizzare questo incontro per raccogliere proposte, analizzarle e discuterne insieme.

Con un grande spirito propositivo, per generare nuove idee e progetti che partono dal biologico inteso non solo come agricoltura ma anche come artigianalità lavorazione e trasformazione', ha dichiarato Cavazzoni.