Quaderni 'Green Tribe' amici dell'ambiente

Inserito il 16 settembre, 2012 - 08:11

Ha debuttato con Pigna, nella collezione 'Pigna Nature', in carta riciclata, la nuova serie di quaderni per la scuola, composta da otto simpatici sketch, che ha per protagonisti i personaggi di The Green Tribe, paladini delle energie alternative e nemici dell’inquinamento.

Creati per coinvolgere i bambini in una nuova cultura energetica, in modo divertente, i personaggi di The Green Tribe combattono gli attacchi dei nemici dell’ambiente con i super poteri provenienti dalle rinnovabili. Tra di loro ci sono Windy Milly, una vispa pala eolica che produce elettricità con la forza del vento, il suo amico del cuore Sunny, un caparbio pannello fotovoltaico che sprigiona energia a contatto con la luce del sole e Aguita, una dolce ballerina che all’occorrenza si trasforma in una potente turbina idroelettrica.

E non mancano i cattivi, primo tra tutti il malvagio Mr. Smoky, che sogna di dominare un mondo grigio e inquinato ed è sempre accompagnato dal fido Spottik, un barilotto di petrolio che lo idolatra e si occupa sempre del lavoro “sporco”. Non a caso è tra i personaggi più amati dai bambini.

Il progetto The Green Tribe è nato in seno a Relight, gruppo internazionale che sviluppa e gestisce impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili, e si propone di sensibilizzare i più piccoli sui temi dell’ambiente. In particolare, il sito www.thegreentribe.it si rivolge ai bambini dai 6 ai 10 anni con giochi online, fumetti e un breve cartoon da scaricare.

Relight ha scelto come partner Pigna per diffondere un progetto educativo rivolto alle nuove generazioni, che punta a creare una più solida cultura energetica. Pigna ha ottenuto da tempo le certificazioni FSC e PEFC che assicurano che il legno e la carta utilizzati provengono da foreste gestite secondo criteri di sostenibilità ambientale, sociale ed economica. Inoltre carta e prodotti cartotecnici hanno ottenuto il certificato ISO 14001, a testimoniare la concreta volontà di ridurre, progressivamente, l’impatto delle attività cartarie sull’ambiente.