Un manager e la 'banalizzazione' del biologico