Il consumatore ‘premia’ il vino biologico