Il CCPB insiste: ‘Quel decreto è sbagliato’