Presidio bio al processo Gatto con gli Stivali

Inserito il 25 novembre, 2012 - 22:46

Agricoltori biologici aderenti ad AVeProBi (associazione veneta produttori biologici) e Aiab Veneto, ma anche rappresentanti di imprese di distribuzione (Brio, Coop. La primavera, Coop. El tamiso), di organismi di controllo (Icea) e di associazioni del settore (AssoBio) hanno partecipato al presidio del 23 novembre davanti al Tribunale di Verona in occasione dell'ultima udienza del processo per l'inchiesta Gatto con gli Stivali. Nell'occasione sono stati distribuiti volantini e sono state regalate al pubblico mele biologiche. Le stesse persone hanno poi partecipato tra il pubblico all'udienza.


I manifestanti hanno messo in evidenza che il tessuto del settore del bio, composto in Italia da quasi 50 mila agricoltori, imprese di trasformazione e distribuzione oneste, serie e preparate, da anni è impegnato nel continuo miglioramento del comparto e a promuovere le eccellenze del bio made in Italy nel nostro Paese e all’estero, con oltre 200.000 addetti e un’occupazione in crescita.

'Le mele biologiche sono buone e sono coltivate senza sostanze chimiche di sintesi (fertilizzanti, insetticidi, anticrittogamici) con la massima attenzione alla salvaguardia dell’ambiente, delle falde acquifere superficiali e profonde, della biodiversità, della salute degli agricoltori e dei consumatori, in un quadro di rispetto delle rigorose normative europee e nazionali. Non c’è posto, tra noi, per le mele marce' si leggeva nel testo diffuso dal presidio, che concludeva con 'Chiediamo il massimo rigore nei confronti di chi, per il proprio facile arricchimento, ha consapevolmente messo a rischio un intero settore che è un fiore all’occhiello dell’agricoltura italiana'.

I rappresentanti del mondo del biologico hanno espresso inoltre il pieno sostegno a FederBio (Federazione Italiana Agricoltura Biologica e Biodinamica) l’organizzazione unitaria ammessa quale parte civile nel processo con il riconoscimento non solo del suo ruolo di parte lesa, ma anche di quello di struttura di rappresentanza e tutela del comparto.