Pedrazzoli: Porte aperte ai consumatori

Inserito il 12 dicembre, 2011 - 19:58

Tante aziende bio di buon livello e tantissimi piccoli produttori bio sono rimasti allibiti, né più né meno della miriade di affezionati consumatori di prodotti bio, dai risultati delle indagini della Guardia di Finanza di Verona che, nei giorni scorsi, ha portato alla luce un traffico clamoroso di falso-bio, con sette persone arrestate e 22 aziende coinvolte. 'Siamo sconcertati - ha dichiarato Mauro Pedrazzoli, presidente del Salumificio Pedrazzoli – dalle dimensioni di questo scandalo che ha creato un grave danno di immagine al prodotto bio in generale, ma siamo rassicurati dal fatto che gli organi di vigilanza abbiano scoperto questa grave truffa ai danni del consumatore e ai danni di tante aziende che lavorano seriamente in questo settore'.


Salumificio Pedrazzoli, azienda mantovana leader nella produzione di salumi bio, è presente sul mercato con il marchio Primavera dal 1996, da quando ha scelto coraggiosamente la strada del biologico. Ha raggiunto oggi una totale autonomia nell’ approvvigionamento di materie prime suine che provengono da aziende agricole di proprietà, poste tutte in prossimità dell’azienda stessa. Diretto è dunque il controllo su tutte le fasi della filiera, dall’alimentazione del suino alla produzione del prodotto finito (salami e salumi). La scelta del ciclo biologico da parte di Pedrazzoli riguarda quindi sia l'agricoltura sia la zootecnia, con un allevamento certificato di proprietà della famiglia che alleva 12 mila suini secondo le prescrizioni del biologico. Il titolare è stato esplicito con GreenPlanet: 'Non abbiamo paura di metterci alla prova, anzi invitiamo i consumatori a visitare in qualsiasi momento la nostra realtà'.
Sono migliaia in Italia le aziende del bio che non hanno nulla da temere e sono desiderose di rinsaldare da subito il rapporto di fiducia con i consumatori.


©GreenPlanet.net - Riproduzione riservata