Partita la sfida di Zeropack sulla bioplastica per alimenti

Inserito il 10 febbraio, 2019 - 16:27

Zeropack si è presentata con successo alla Fruit Logistica, la più importante fiera al mondo per l’ortofrutta e la sua filiera, che ha attirato a Berlino oltre 300 mila visitatori qualificati e ha chiuso i battenti venerdì 8 febbraio. La società è stata fondata lo scorso dicembre da Bio-on, fra i player globali della bioplastica di alta qualità, e da Rivoira, uno dei leader nella distribuzione e produzione mondiale di frutta di qualità, per sviluppare nuovi materiali per il packaging alimentare di frutta e verdura fresche puntando sulla sostenibilità e completa biodegradabilità.

La presentazione, organizzata da Bio-on e Rivoira, è stata seguita da oltre 150 tra i principali operatori internazionali. Hanno partecipato il fondatore e presidente di Bio-on, Marco Astorri, il CEO di Rivoira, Marco Rivoira e Andrea Taglini CEO di EasySnap, una delle start up più interessanti del settore packaging che con la propria innovazione ha rivoluzionato il design di molte confezioni usa e getta e ne ha semplificato l’uso per il consumatore finale. Durante la presentazione la professoressa Paola Fabbri dell’Università di Bologna (docente associata di Scienza e tecnologia dei materiali presso il Dipartimento di Ingegneria civile, chimica, ambientale e dei materiali) ha illustrato alla platea “il passato, il presente ed il futuro della plastica e delle bioplastiche” nel packaging alimentare.

A Berlino Zeropack ha lanciato la propria sfida a tutto il settore annunciando per ottobre 2019 presso la fiera Fruit Attraction di Madrid le prime tre linee di prodotto che saranno sviluppate con le aziende leader del settore ortofrutticolo. Zeropack è dunque pronta a rivoluzionare il mondo del packaging alimentare.