Ospitalità e territorio al centro di IT.A.CA'

Inserito il 11 marzo, 2014 - 12:09

Una nuova idea di viaggio, inteso come lenta scoperta di luoghi vicini ma mai guardati con attenzione, alla ricerca di angoli magici e sconosciuti. È questo il filo conduttore dei nuovi concorsi della sesta edizione del Festival di turismo responsabile 'IT.A.CÀ – Migranti e Viaggiatori' ( it a cà in dialetto bolognese significa: sei a casa), in programma dal 30 maggio all’8 giugno a Bologna e in altre città dell’Emilia-Romagna.


C’è tempo fino al 20 maggio per partecipare al premio letterario e fotografico 'Racconta la tua città’ (www.raccontalatuacitta.it), organizzato in collaborazione con Viaggi Verdi, che vuole creare una guida dell’Italia originale, fatta delle immagini e le parole di chi conosce meglio i suoi ottomila comuni: le persone che li abitano. In premio 4 soggiorni eco-friendly, immersi nella natura incontaminata delle Alpi: dalla Valpelline, una valle sperduta e magica della Valle d’Aosta, alla Val di Zoldo (Belluno), suggestiva vallata tra le Dolomiti patrimonio dell’umanità UNESCO.

Al via anche la seconda edizione del concorso 'Adotta un turista'. Per partecipare (fino al 26 maggio) basta proporre un’idea di ospitalità fantasiosa ed ecosostenibile: un corso di cucina, qualche ora nell’orto, un posto a tavola, una passeggiata in campagna o sulla spiaggia.

'Sentiamo il bisogno di recuperare e riportare ad oggi l’eredità culturale della ‘xenia’ greca, secondo cui l’ospitante doveva accogliere lo straniero, e l’ospite, dal canto suo, doveva essere gentile e non invadente, pronto a ricambiare l’ospitalità ricevuta accogliendo qualunque straniero si fosse presentato alla sua porta', spiega Pierluigi Musarò, direttore artistico di IT.A.CÀ e docente di Sviluppo sostenibile, cittadinanza attiva e turismo responsabile all’Università di Bologna.

Le tre proposte più votate sul sito del concorso (www.adottaunturista.org) vinceranno tre weekend per due persone in strutture ricettive della rete Viaggi Verdi. L’idea per il futuro è che ‘Adotta un turista’ possa diventare un vero e proprio portale, operativo tutto l’anno, fondato sull’economia del dono.

In programma per IT.A.CÀ anche il contest fotografico 'Estensi orizzonti' e quello di scrittura e racconti brevi online 'Viaggi miranti – sguardi di genere sulla tua città', entrambi rivolti alla città di Ferrara e organizzati in collaborazione con il Festival dei Diritti umani. Per le scuole secondarie di prime e secondo grado della provincia di Bologna c’è poi il concorso 'Una gita responsabile', che mette in palio materiale didattico sul viaggiare sostenibile e la partecipazione a una gita alla scoperta del territorio.

IT.A.CÀ sarà educational, trekking, laboratori, cinema, fumetti e tradizioni enogastronomiche. Il festival avrà la struttura di un 'triangolo tematico' i cui vertici saranno Parma, Rimini e Ferrara. Si estenderà dal nord al sud dell'Alta via dei Parchi e lungo il Delta del Po: una manifestazione in movimento che, a partire dai tre angoli, confluirà su Bologna per gli appuntamenti dal 6 all’8 giugno.

Il calendario completo di tutti gli eventi di IT.A.CÀ sarà presto disponibile sul sito www.festivalitaca.net.

Itaca è organizzato da: associazione Yoda, le ong Cospe, Nexus Emilia-Romagna, insieme con l’Associazione italiana turismo responsabile (Aitr), in collaborazione con oltre 100 realtà locali che hanno voluto portare il loro contributo e con il patrocinio di diversi enti, tra cui Comune e Provincia di Bologna, Regione Emilia-Romagna e Università di Bologna.

Per informazioni:
IT.A.CÀ, e-mail info@festivalitaca.net, sito www.festivalitaca.net, Fb www.facebook.com/itacafestival