Operazione 'spesa amica' di Cuorebio

Inserito il 3 settembre, 2012 - 23:15

Torna - per protrarsi fino al 31 dicembre - nei 290 negozi Cuorebio di tutta Italia l’iniziativa che attraverso una selezione di 57 prodotti a prezzo ribassato consente di avvicinarsi al biologico. Si tratta davvero di un’ampia scelta che permetterà di realizzare una spesa di qualità ad un buon prezzo. Nel paniere autunnale di 'spesa amica', questo il nome dell’iniziativa, saranno presenti tante e differenti tipologie di prodotti, come le specialità per la colazione, snack, pasta, creme vegetali e gnocchi, latticini, alimenti per vegetariani come tofu e seitan, surgelati e golosi dessert. Non solo, oltre ai generi alimentari la convenienza interesserà anche alcuni prodotti per la cura della persona e per la pulizia della casa, formulazioni rispettose dell’ambiente per un approccio più sostenibile e di minor impatto.
 

L’autunno diventa così occasione per ripensare il proprio approccio con l’alimentazione e con l’ambiente ed opportunità per avvicinarsi al biologico, per poterne cogliere i numerosi vantaggi. Tra i marchi coinvolti, Ecor, Baule Volante, Bionaturae, Sojade, Città del Sole e molti altri. 
L’obiettivo di questa iniziativa, che si inserisce nell’anno in cui si celebra il 25° anniversario del gruppo EcorNaturaSì, è quello di offrire a un numero sempre più ampio di consumatori l’opportunità di avvicinarsi all’alimentazione biologica, sinonimo di qualità, di sicurezza alimentare e di tutela ambientale.

Attraverso il prezzo basso e costante che sarà mantenuto per quattro mesi, si vogliono invitare tutti i consumatori aconoscere il biologico e a comprenderne i valori, sfatando il luogo comune che un’alimentazione sana e di qualità debba anche essere per forza costosa.

Per trovare il negozio bio più vicino a casa o all’ufficio: www.cuorebio.it

Cuorebio è nata da un’idea di Ecor ed è oggi una rete di 290 punti vendita specializzati in prodotti biologici presenti in tutta Italia, con più di 500 addetti per un fatturato complessivo di circa 100 milioni di euro.