Nuova professione green: il vegcoach

Inserito il 24 gennaio, 2012 - 17:17

Negli ultimi dieci anni sono sempre di più le persone che decidono di diminuire o eliminare dalla propria tavola i prodotti di origine animale e le imprese e pubbliche amministrazioni che optano per regimi più green anche nel comparto alimentare.

L’eccesso di proteine e grassi animali è infatti tra i principali responsabili di obesità, malattie cardiovascolari, alcuni tipi di cancro, sovrappeso e obesità infantile e poi sempre più persone ritengono inaccettabili le condizioni in cui vivono gli animali negli allevamenti. Tra l’altro gli allevamenti intensivi, da cui proviene la quasi totalità di carne, latte, latticini e uova nei paesi industrializzati, sono la seconda causa di emissione di gas serra e quindi di cambiamento climatico oltre che di inquinamento di mari, fiumi e terreni.


Ecco perché la Commissione Europea ha avviato un piano per la sostenibilità ambientale che prevede, tra le altre cose, che nelle mense pubbliche vengano ridotti consumo e utilizzo di carne, pesce, latticini e uova. Questo piano è stato recepito con un decreto ministeriale, il 25 del 2011: le principali autorità scientifiche sovranazionali dicono infatti che la riduzione dei consumi di prodotti animali è l’unico mezzo rapido e allo stesso tempo efficace per contrastare i cambiamenti climatici. Infatti già un unico pasto completamente vegetale, a parità di qualità nutrizionale , è in grado di far risparmiare 1,6 kg di CO2 eq rispetto ad uno con carne.

E’ in questo scenario che nasce la nuova figura professionale del vegcoach, ideata da Roberta Bartocci, biologa nutrizionista, che per tredici anni ha collaborato con la LAV, Lega Anti Vivisezione occupandosi di campagne a favore dello stile di vita vegetariano. Il Vegcoach è la figura professionale che condurrà singoli o imprese nel loro percorso, qualsiasi esso sia, di avvicinamento ad un’alimentazione più green, poiché è esperto di alimentazione, nutrizione e lifestyle vegetariano e vegan.

Per i privati ad esempio, oltre alla stesura di vere e proprie diete, vengono offerti servizi come supporto alle famiglie per affrontare in modo sereno la scelta vegetariana di figli adolescenti; indicazioni per la gravidanza e lo svezzamento 'veg'; seminari su nutrizione e corsi di cucina personalizzati, oltre che fare da personal shopper alimentare per un’alimentazione sana e giusta.

Per le imprese e le amministrazioni: studio di menu vegetariani e vegani, e/o a ridotto impatto ambientale e dimostrazioni di gastronomia per conoscere i cibi ricchi di proteine vegetali. In questo modo le imprese aprirebbero il ventaglio della loro offerta andando incontro ad esigenze religiose e culturali, da cui oggi non si può prescindere soprattutto nelle grandi città.

'Sarò operativa fisicamente su Roma e Milano, che sono poi le città con più alta presenza di vegetariani- fa sapere Roberta Bartocci- ma sono disponibile per consulenze anche a distanza in tutta Italia'. (più info su www.vegcoach.it)