Eco-sostenibilità

L’agricoltura bio dà una grossa mano al clima

Inserito il 3 dicembre, 2015 - 12:08

Se tutte le superfici agricole fossero coltivate con metodi biologici, le emissioni di CO2 causate dall'agricoltura potrebbero ridursi del 23% in Europa e del 36% negli Usa.

Lo dice uno studio pubblicato nel 2013, diretto da Andreas Gattinger (FiBL, Istituto di ricerca per l’agricoltura biologica) e portato avanti da un gruppo di ricercatori internazionali - che ha esaminato i risultati di 74 studi internazionali che hanno paragonato gli effetti sul terreno delle coltivazioni biologiche e di quelle convenzionali - il quale ha dimostrato che l'agricoltura biologica permette di fissare nel terreno quantità di carbonio significativamente superiori, con ciò offrendo un importante contributo per frenare il riscaldamento globale. [...]

Greenpeace contro una nuova grande diga in Amazzonia

Inserito il 2 ottobre, 2015 - 17:55

Il governo brasiliano progetta di costruire una diga gigantesca per sbarrare la strada al fiume Tapajós, tra i più grandi dell’Amazzonia, sacrificando un’area immensa e ricca di biodiversità allo scopo di produrre energia elettrica. São Luiz do Tapajós, il luogo dove dovrebbe sorgere l’opera, è la patria degli indigeni Munduruku, la cui vita dipende totalmente dal fiume e dalla foresta circostante. I Munduruku hanno deciso di difendere il loro territorio e Greenpeace interverrà al loro fianco per fermare i piani di costruzione del governo brasiliano.

Secondo i progetti, la diga di São Luiz do Tapajós, nello stato del Parà, sarebbe la più grande dell’Amazzonia dopo quella di Belo Monte. E verrebbe affiancata dalla costruzione di decine di altre dighe, finendo per allagare la foresta e mettendo a rischio numerose specie endemiche, oltre alla stessa sopravvivenza fisica e culturale dei Munduruku, una popolazione indigena di 12 mila persone che abita queste terre da sempre. [...]

Nell’aria ‘pura’ di montagna sostanze chimiche pericolose

Inserito il 11 settembre, 2015 - 15:03

Sostanze chimiche pericolose e persistenti, usate anche nella produzione di abbigliamento outdoor, lasciano tracce nei luoghi più remoti e apparentemente incontaminati del globo. Lo rivela 'Impronte nella neve', un rapporto di Greenpeace pubblicato l'8 settembre sulla diffusione nell’ambiente dei PFC, composti poli e per-florurati impiegati in numerosi processi industriali.

Fra maggio e giugno otto squadre di attivisti di Greenpeace hanno intrapreso spedizioni in altrettante aree montane e remote di tre continenti, per prelevare campioni di acqua e neve che sono stati poi analizzati in laboratorio al fine di verificare la presenza dei pericolosi PFC. Le concentrazioni maggiori sono state trovate nel lago di Pilato, sui Monti Sibillini, tra Umbria e Marche, ma anche negli Alti Tatra, in Slovacchia, e sulle Alpi, nel parco nazionale svizzero. Le altre spedizioni sono state portate a termine nella Patagonia cilena, in Cina, Russia, Turchia e nei Paesi scandinavi. [...]

A Orbetello atterra l’Ibis Eremita dopo 400 anni

Inserito il 11 settembre, 2015 - 14:30

Sono atterrati nell’Oasi WWF della Laguna di Orbetello i 28 Ibis Eremita che eseguono la migrazione controllata nell’ambito dell’innovativo progetto transnazionale UE 'Life+Reason for Hope' portato avanti dai ricercatori austriaci della Waldrappteam.

L’Ibis Eremita è una specie estinta in Europa allo stato selvatico da oltre 400 anni, ne rimangono poche decine di coppie nel resto del mondo. E’ proprio questo che ha indotto i ricercatori a fare un disperato tentativo per scongiurare l’estinzione definitiva in natura. La collaborazione con zoo europei che detenevano alcuni esemplari in cattività è stata fondamentale per mettere a disposizione le uova di questi uccelli che sono state amorevolmente ‘covate' grazie a delle incubatrici. [...]

Sfida di Green Cross: vivere con 10 litri d’acqua al giorno

Inserito il 23 aprile, 2015 - 08:52

L’acqua è un bene prezioso indispensabile per la vita sulla terra. Lo sostengono con forza Green Cross e Giorgio Armani che, in occasione dell’Earth Day, la Giornata della Terra che si è celebrata in tutto il mondo il 22 aprile, hanno lanciano l’edizione 2015 della campagna internazionale 'Acqua for Life', a sostegno dei bambini e delle comunità che vivono in zone con scarsità d’acqua.

Costa d’Avorio, Ghana, Senegal, Bolivia, Messico, Argentina e Sri Lanka sono i Paesi beneficiari dove Green Cross sta realizzando il progetto 'Smart Water for Green School', costruendo pozzi, sistemi di raccolta dell’acqua piovana e servizi igienici all’interno di complessi scolastici. [...]

Il decalogo dell'orto 'fai da te'

Inserito il 23 marzo, 2015 - 12:30

Dall’orto portatile a quello verticale, dall’orto riciclabile a quello in terrazzo sono diverse le opportunità oggi offerte anche a quanti non hanno spazi disponibili per piantare ortaggi e frutta.

E’ quanto è emerso in occasione della presentazione della prima rete di tutor dell’orto promossa dalla Fondazione Campagna Amica (emanazione della Coldiretti), composta soprattutto da aziende vivaistiche che offrono consigli pratici e danno indicazioni ai gestori degli orti aderenti alla rete, su dove rifornirsi di mezzi tecnici di produzione (terra, vasi, concime, attrezzi, reti per delimitare le piantine, sostegni vari, sementi e piantine). [...]

Salva la goccia: anche in cucina si può risparmiare acqua

Inserito il 23 marzo, 2015 - 11:08

Ci sono chef che inventano piatti vegetariani calcolando il risparmio di acqua di un menù a basso impatto, e sportivi in prima linea per difendere la salubrità dei nostri fiumi. Ci sono famiglie che per un giorno mettono a tavola i fagioli al posto dell’hamburger e personaggi dello spettacolo che si mobilitano e si schierano a difesa dell’acqua, come l’intera troupe del film 'Mia figlia si sposa' (Merico Production), che si sta girando in questi giorni nel Salento.

E poi tante scuole, quasi 50 mobilitate per scoprire, far conoscere, agire. In occasione del World Water Day, la Giornata Mondiale dell’acqua che si è celebrata ieri, domenica il 22 marzo, si sono moltiplicate le azioni virtuose per la campagna 'Salva la goccia', realizzata della Ong ambientalista Green Cross Italia, che quest’anno ha chiesto di ridurre i consumi di acqua nei gesti quotidiani e anche a tavola. Come? Scegliendo cibi a ridotta impronta idrica, come frutta, verdura e legumi, e inventando piatti che vanno nella stessa direzione. [...]

Giardinaggio per bimbi in villa ad Alassio

Inserito il 11 marzo, 2015 - 21:44

Con l’arrivo della primavera riaprono al pubblico i cancelli di Villa della Pergola ad Alassio: dal 14 marzo riprendono infatti le visite guidate ai Giardini, raro esempio di parco anglo-mediterraneo nel nostro Paese. Le visite guidate proseguiranno fino a fine ottobre, offendo così la possibilità di ammirare tutte le splendide fioriture della macchia mediterranea e della flora esotica che caratterizzano i giardini.

Le visite guidate su prenotazione si terranno di sabato e domenica con partenza alle ore 9.30/ 11.30 / 15.00 / 17.00. Durante la settimana sarà possibile prenotare visite solo per gruppi.
  [...]

Piattaforme petrolifere in Adriatico: è allarme

Inserito il 22 maggio, 2014 - 15:12

Il governo croato ha autorizzato la realizzazione di 19 piattaforme per l’estrazione di petrolio nel mare Adriatico. Il rischio di un impatto ambientale negativo, con riflessi anche sull’economia turistica, è alto. Il governo croato non ha evidentemente calcolato le perdite che potrebbero derivare da questa decisione al turismo, che è una voce fondamentale dell’economia della Croazia.

Ma pare che abbia ben calcolato che incasserà 2,5 miliardi di euro in 5 anni dalle concessioni petrolifere. La Dalmazia incassa dai turisti in cinque stagioni estive sicuramente una cifra ben più alta, se è vero che, sulla costa italiana, il solo Veneto ha un giro d’affari di 17 miliardi di euro l’anno derivanti appunto dal turismo. [...]

OGM: stop anche in Francia, resistono in Spagna

Inserito il 15 maggio, 2014 - 12:11

Il Parlamento francese ha approvato definitivamente la proposta di legge che vieta la coltivazione di varietà di mais geneticamente modificato e prevede la possibilità di ordinarne la distruzione in caso di mancato rispetto del provvedimento.

Il Consiglio di Stato d’oltralpe ha respinto le richieste di una sospensiva urgente del decreto governativo del 14 aprile che vieta la coltivazione del mais mon810 della Monsanto perché i giudici francesi hanno ritenuto che i ricorrenti non abbiano giustificato l'urgenza della sospensiva e che il decreto 'non comporta un problema grave ed immediato per la situazione economica'. [...]

Condividi contenuti