Eco-sostenibilità

La città nuova: orti, muri vegetali, garden roof

Inserito il 12 luglio, 2014 - 18:39

Serve un piano di riorganizzazione del territorio urbano, che sviluppi le opportunità offerte dall’integrazione tra agricoltura, architettura, alimentazione e cultura in un’ottica di riduzione delle emissioni, di sostegno al 'city farming' e di tutela del paesaggio contro incuria, degrado e cementificazione selvaggia. E’ quanto è emerso dal Green Shared Day, l’iniziativa organizzata da CIA e Promoverde il 10 luglio all’Auditorium 'Giuseppe Avolio' di Roma.

I nuovi stili di vita e le emergenze ambientali impongono di concepire in modo nuovo gli spazi cittadini, dando al verde urbano un ruolo diverso che non è più solo ornamentale, ma che diventa 'strutturale'. Per raggiungere questo obiettivo, l’agricoltura italiana sta promuovendo una nuova sinergia con l’architettura e lavorando a soluzioni urbanistiche innovative, dove l’elemento naturale si insinua all’interno delle architetture in modo nuovo, penetrando negli spazi e negli interstizi ricavati nella tessitura delle costruzioni urbane. Così nascono ad esempio gli orti verticali, i muri vegetali o i 'garden roof'. [...]

Italia in mora per residui vietati nell'acqua

Inserito il 12 luglio, 2014 - 18:34

Ma che acqua beviamo in Italia? La Commissione europea ha aperto una procedura di infrazione nei confronti dell’Italia per la sua incapacità di garantire che l'acqua destinata al consumo umano sia conforme alle norme europee.

La contaminazione da arsenico e fluoro sarebbe un problema annoso in Italia, in particolare nel Lazio, secondo i tecnici che lavorano per la Commissione. La direttiva sull’acqua potabile impone agli Stati membri dell'UE di controllare e testare l'acqua destinata al consumo umano in base a 48 parametri microbiologici e chimici. [...]

Premiata la scelta green del Gruppo Pedon

Inserito il 28 giugno, 2014 - 09:09

Packaging ad alto contenuto green, in carta riciclata o certificata FSC, utilizzo di bioplastiche ottenendo confezioni totalmente riciclabili, il 66% degli imballi flessibili reso riciclabile, silos per lo stoccaggio della materia prima sfusa anziché imballata con un risparmio annuale di circa 37 tonnellate di plastica, movimentazione delle materie prime via nave e rotaia rispetto al trasporto aereo e su gomma maggiormente inquinanti, approvvigionamento energetico degli impianti produttivi da fonte eolica con una riduzione di emissioni di CO2 tra i 900 e 1.100 tonnellate all’anno. 

Queste le politiche eco-sostenibili adottate dal Gruppo Pedon di Molvena, big player mondiale per la lavorazione, il confezionamento e la distribuzione di cereali e legumi secchi, che hanno portato nella giornata mondiale dell’ambiente all’assegnazione del Good Energy Award nella categoria agroalimentare, premio destinato alle aziende che investono in modo responsabile nella salvaguardia dell’ambiente. [...]

Giornata dell'Ambiente: Coldiretti si scopre eco-friendly

Inserito il 5 giugno, 2014 - 12:37

Sono semplici accorgimenti nella spesa di tutti i giorni e nel consumo degli alimenti ogni famiglia italiana può tagliare i consumi di petrolio e ridurre le emissioni di gas ad effetto serra di oltre mille chilogrammi (CO2 equivalenti) all'anno per contribuire personalmente con uno stile di vita responsabile e attento all’ambiente.

E’ quanto emerge dal decalogo 'salva ambiente' elaborato dalla Coldiretti in occasione della Giornata mondiale dell’ambiente proclamata dall’Onu. Scegliere prodotti locali e di stagione, ridurre al minimo gli imballaggi, fare acquisti di gruppo, recarsi alla spesa riciclando le buste, ottimizzare il consumo di energia nella conservazione e nella preparazione dei cibi, non sprecare e portare in tavola gli avanzi sono, insieme alla raccolta differenziata, alcuni dei comportamenti suggeriti dal decalogo della Coldiretti per assumere responsabilità nei confronti delle generazioni future. [...]

Educazione ambientale: successo di Immagini per la Terra

Inserito il 5 giugno, 2014 - 07:54

C’è il teatrino con i burattini, fatti di ritagli di stoffa, buste, cartoni. E c’è l’orto verticale realizzato con le bottiglie di plastica. Ci sono i giochi da tavolo e le maschere di carnevale, gli accessori di tendenza, collane e braccialetti, e le borsette alla moda. Nelle aule delle scuole di tutta Italia, trasformate in laboratori del riuso, del riciclo e del ricreo, sono nati oggetti, giocattoli, monili, piccole e grandi opere d’arte.

Perché quando l’ambiente chiama, i primi a rispondere sono gli studenti. Lo dimostra la grande partecipazione al concorso nazionale ‘Immagini per la Terra', l’iniziativa di educazione ambientale promossa da Green Cross Italia, in collaborazione con il ministero dell’Istruzione e con il sostegno di Acqua Lete, quest’anno incentrata sul tema dei rifiuti: il titolo 'Da cosa (ri)nasce cosa'. [...]

Marion Cotillard paladina dell’Amazzonia

Inserito il 22 maggio, 2014 - 15:51

L’attrice francese Marion Cotillard, vincitrice di un Premio Oscar e candidata ora alla Palma d’Oro al festival di Cannes, spiega in un corto d’animazione diffuso oggi, 22 maggio, da Greenpeace come il taglio illegale stia distruggendo la foresta amazzonica brasiliana.

Una nuova indagine di Greenpeace ha recentemente svelato come il legno che proviene dal taglio illegale che distrugge la foresta venga spacciato come legale, attraverso la falsificazione dei documenti e la frode sui certificati forestali, e venduto in Europa e Stati Uniti. Nello stato brasiliano del Parà si stima che sia illegale il 78 per cento del legname estratto. [...]

I geologi 'misurano la febbre' alla Sardegna

Inserito il 22 maggio, 2014 - 15:24

'L’80% dei comuni sardi ha almeno una porzione del suo territorio ad elevato rischio idrogeologico. Sono 280 i Kmq di territorio che presentano superfici a pericolosità di inondazione, ed a cui vanno aggiunte le superfici non comprese e indicate dal Piano stralcio delle Fasce Fluviali, 1523 i fenomeni franosi censiti che ricoprono una superficie complessiva di circa 1471 Kmq, pari a circa il 10% del territorio sardo, dato peraltro non comprensivo del rilievo di alcuni settori non censiti, quali le aree militari, le aree minerarie dismesse del Parco Geominerario e numerosi tratti di fasce costiere’. 

Dati snocciolati oggi, 22 maggio, da Davide Boneddu , presidente dell’Ordine dei Geologi della Sardegna, in apertura della due giorni sul dissesto idrogeologico in programma all’Università di Cagliari. [...]

Parchi naturali sul lastrico, soldi ai cacciabombardieri

Inserito il 22 maggio, 2014 - 15:17

'Davvero un pessimo modo per festeggiare il 24 maggio, Giornata europea dei Parchi - dichiara Dante Caserta, presidente del WWF Italia - I nostri Parchi nazionali, attraverso i quali si tutelano specie ed habitat naturali unici al mondo e dove si sperimenta concretamente la vera Green Economy di cui tanto si parla, sono a rischio paralisi.

Da un lato sono quasi tutti privi dei propri consigli direttivi, in alcuni casi attesi da anni; dall’altro stanno subendo tagli così pesanti nei finanziamenti dello Stato da mettere realmente in pericolo la possibilità di fare interventi concreti a tutela della natura’.  [...]

Rimozione Costa Concordia: rischio ambientale

Inserito il 15 maggio, 2014 - 11:22

Greenpeace e WWF intervengono pubblicamente sulla vicenda della rimozione della Costa Concordia dai fondali dell’isola del Giglio, dopo aver interpellato, senza alcuna risposta, il Commissario per le operazioni di smaltimento e il Ministero dell’Ambiente. Le associazioni assistono sbigottite al rimpallo di responsabilità e rilevano che nessun ripensamento tecnico è stato annunciato a seguito del distacco del cassone galleggiante avvenuto poche settimane fa.

Greenpeace e WWF rilevano con preoccupazione che si tace su quello che sarebbe successo se il cassone si fosse staccato durante la fase di traino della Concordia. La nave sarebbe inesorabilmente affondata a profondità irraggiungibili, visto che tra il Giglio e l’Elba i fondali possono arrivare quasi a mille metri e, dopo Capraia, superano i cinquemila metri di profondità. [...]

Stop OGM: Coldiretti chiede sanzioni per trasgressori

Inserito il 25 aprile, 2014 - 18:23

Anche la Coldiretti soddisfatta per lo stop agli OGM in Italia, a seguito della sentenza del TAR del Lazio che ha bocciato il ricorso presentato contro il decreto interministeriale che proibisce la semina di mais biotech MON810 modificato geneticamente.

La Coldiretti sottolinea che la sentenza conferma definitivamente il divieto di coltivazione in Italian del mais biotech e aggiunge che l’agricoltura italiana resta dunque libera dagli OGM come chiedono quasi otto italiani su dieci (76 per cento ) che sono contrari all’utilizzo di organismi geneticamente modificati nell’agricoltura in Italia. [...]

Condividi contenuti