A Milano a marzo il primo negozio Almaverde

Inserito il 19 febbraio, 2014 - 09:37

Un anno fa, a Norimberga, Almaverde Bio e Ki Group erano abbottonati: l’intesa tra i due gruppi c’era per aprire insieme una nuova catena di negozi specializzati a marchio Almaverde e tuttavia modalità dell’intesa e tempi di realizzazione non erano evidentemente maturi, il piano industriale dell’operazione non era ancora precisato in ogni suo aspetto.


Così, un’attesa che doveva essere di pochi mesi si è allungata a un anno. Nell’edizione 2014 di Biofach, la notizia invece di un’imminente apertura del primo punto vendita Almaverde ha trovato conferma. C’è voluto tempo ma adesso tutto è pronto. Il primo negozio bio Almaverde, con dietro tutto il know how e l’organizzazione distributiva di Ki Group, aprirà le porte a Milano entro il prossimo marzo.

Si attendono ancora le comunicazioni ufficiali ma né Luca Serafino, responsabile marketing Ki Group, né Paolo Pari, direttore di Almaverde Bio, se la sono sentita di smentire una notizia che era nell’aria e che durante la fiera di Norimberga ha cominciato ad emergere con sicurezza. La nuova insegna farà il suo debutto in un clima diverso rispetto a quello di più di un anno fa, quando era stata concepita.

Il settore biologico cresce oggi con qualche margine in più rispetto a un anno fa e circondato da un clima ancora più favorevole mentre la crisi economica generale mostra qualche timido segnale di allentamento della presa. Vero è che in un anno, altre iniziative sono cresciute nel numero di punti vendita dando, come NaturaSì, una forte accelerata alla loro presenza in diversi territori italiani. Ma il concetto alla base della nuova intrapresa distributiva è questo: c’è spazio per tutti perché le potenzialità inespresse del bio sono ancora grandi.

L’intesa Ki Group-Almaverde non si limiterà certamente all’apertura di un solo punto vendita. Dopo l’avvio del negozio di Milano, sono in calendario in tempi piuttosto ravvicinati altre apertura in zone diverse d’Italia. L’attesa di un anno non dovrebbe essere stata vana nemmeno sotto il profilo di mettere a punto un primo piano di espansione.

©GreenPlanet.net