Lo standard Cosmos (ICEA) ottiene l'ISO 65

Inserito il 23 giugno, 2013 - 09:31

Continua lo sviluppo Icea-Cosmos, lo standard europeo della cosmesi bio e naturale. L’Istituto Certificazione Etica e Ambientale - socio fondatore del Cosmos - ha ottenuto infatti da Ioas (www.ioas.org, ente di accreditamento Ifoam) l’accreditamento ISO 65 per lo standard in questione.
 

Entrato in vigore nel settembre 2009, Cosmos è il risultato di un lungo percorso di studio e condivisione che ha permesso a Icea di confrontarsi alla pari con i marchi storici e i principali certificatori europei: Ecocert e Cosmebio (Francia), BdiH (Germania), Soil Association (Regno Unito), Bioforum (Belgio). Cosmos, di fatto, stabilisce in Europa le caratteristiche dei cosmetici naturali.

Per ottenere la certificazione, requisito fondamentale è l’applicazione dei principi della chimica verde, mentre l’utilizzo della nanotecnologia è severamente vietato, almeno fino a quando saranno disponibili informazioni più precise sui possibili effetti collaterali. I nuovi rigorosi standard europei prevedono due livelli distinti di certificazione: una per il prodotto biologico (Cosmos Organic), una per il prodotto naturale (Cosmos Natural).

Il Cosmos Organic impone che sia bio almeno il 95% degli ingredienti agricoli ottenibili con semplici metodologie fisiche di estrazione, e almeno il 20% sul totale del prodotto finito, considerando anche l’acqua. Il prodotto Cosmos Natural, invece, non dovrà contenere più del 2% di materie prime di sintesi. La certificazione Cosmos intende garantire ai consumatori cosmetici di qualità ottenuti nel rispetto dei requisiti di sostenibilità etica e ambientale condivisi dalle principali organizzazioni mondiali del settore

. Al fine di assicurare la massima affidabilità dei controlli, l’associazione Cosmos Standard AISBL, con sede a Bruxelles, ha imposto l’accreditamento alle norme internazionali ISO 65/EN 45011 a tutti gli organismi di certificazione aderenti.