Lenta ripresa degli ordini all'estero

Inserito il 20 dicembre, 2011 - 14:30

Lo scandalo della mega truffa di inizio dicembre continua a tenere alta la preoccupazione all’estero sulla sicurezza del biologico italiano, anche se gli ordini stanno tornando a livelli abbastanza regolari. A confermare la difficile situazione è Ernesto Fornari (nella foto), direttore di Canova srl, società del Gruppo Apofruit e licenziataria in esclusiva del marchio Almaverde Bio per il comparto dell’ortofrutta fresca.
 


'In Italia, dopo il caos sui mercati creatosi nei giorni immediatamente successivi alla notizia dello scandalo, la situazione sembra essere tornata alla normalità. Preoccupa invece la reazione all’estero. La vicenda in Germania ha creato uno tsunami sul comparto biologico per i prodotti made in Italy, ortofrutta compresa. Nella settimana della maxi truffa abbiamo perso volumi di vendita stimabili tra il 10 e il 15%. Sul mercato estero le perdite hanno toccato il 20%. Solo pochi giorni fa i clienti esteri hanno iniziato a ripristinare con regolarità gli ordini. Fortunatamente in Italia la nostra marca ha rassicurato la clientela e quindi i danni sono stati limitati'. 'Molte catene distributive, come Rewe e Edeka, per tulelarsi hanno chiesto ai fornitori italiani precise garanzie – spiega Fornari – e dichiarazioni ufficiali di non coinvolgimento nella truffa bio'.
'In un settore che fa della sicurezza alimentare e salubrità del cibo uno dei suoi cavalli di battaglia - sottolinea Fornari - la gravità di un caso del genere vale doppio. Ora servono azioni concrete per evitare che in futuro si verifichino nuovi scandali: creare una black list nazionale, porre maggior severità nei controlli degli enti di certificazione e punire in maniera esemplare chi compie irregolarità. Le aziende fuori regola vanno sospese. La presa di posizione sulla questione da parte di Federbio e Assobio è stata importante anche se sarebbe stato meglio ricevere un segnale forte e chiaro pure dal ministero delle Politiche Agricole'.

Emanuele Zanini - corriereortofrutticolo.it