Le rinnovabili nei Paesi poveri: tema sul tappeto

Inserito il 26 novembre, 2012 - 10:57

Il 22 e 23 novembre si è svolto nell'aula magna del Politecnico di Milano un convegno internazionale su Energia e sostenibilità nei Paesi in via di sviluppo. In certi luoghi del mondo, una semplice lampadina accesa è un forte discrimine tra miseria e povertà, un po’ più di energia diventa un elemento chiave per migliorare la dignità della vita…un poco di più ancora offre una straordinaria opportunità di sviluppo sociale.

Il tema dell’accesso all’energia e delle politiche per la sua gestione è stato al centro dell'attenzione. La due giorni è stata voluta dal Politecnico di Milano assieme a UNIDO e ICS UNIDO e ha avuto lo scopo di individuare modelli di sviluppo energetico sostenibile che rientrino in un approccio globale alla gestione delle risorse fondamentali: acqua, cibo e, appunto, energia.

La discussione si è concentrata su tre linee di grande interesse per le economie emergenti:

- Quali tecnologie energetiche sono appropriate per un accesso equo all’energia?

- Che tipo di modelli di business possono favorire lo sviluppo di un mercato energetico compatibile con tali economie?

- Che tipo di politiche e istituzioni sono necessarie per supportare e promuovere un accesso sostenibile al consumo energetico?

Il dibattito è stato sollecitato dall’esperienza diretta di relatori come George Yaw Obeng (Technology Consultancy Centre -TCC, KNUST, Ghana), Koffi Ekouevi (The World Bank Group, Sustainable Energy Department), Arthur Itotia Njagi (Program Manager for Lighting Africa Program) e Osvaldo Soliano Pereira (Centro Brasileiro de Energia e Mudança do Clima – CBEM).

Hanno partecipato, tra gli altri, anche Emanuela Colombo (Delegato del Rettore per la Cooperazione e lo Sviluppo, Politecnico di Milano), Stefano Bologna (Managing Director, International Centre for Science and High Technology, ICS-UNIDO), Annalidia Pansini (Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare), Luigi Sanpaolo (Vice-President ENI Sostenibilità), Giulio lo Iacono (Corporate Social Responsibility Manager, ENEL SpA) e Nino Frosio (APER-Associazione Produttori Energia da fonti Rinnovabili).

Nel corso del convegno l’atrio del Rettorato del Politecnico ha ospitato la mostra di pittura 'Energy - The hand the man" curata da Minigallery_Assisi.