La Val d'Aosta lancia il suo vino bio

Inserito il 1 dicembre, 2011 - 20:04

 'L’ambiente nel bicchiere'. È un po’ questo lo slogan che darà il via ad un filone di produzione biologica per la Maison vigneronne dei fratelli Grosjean con sede a Quart in provincia di Aosta. Un nuovo approccio in casa Grosjean che parte dopo l’ottenimento dell’attestato di idoneità aziendale al metodo di produzione di vino biologico. Vincent Grosjean, presidente dell’Associazione piccoli produttori di vino, ci crede e spiega 'Va bene il “terroir' e l’alta qualità , due condizioni irrinunciabili per il nostro vino; adesso suggerisco a tutti di fare un passo ulteriore: pensiamo pure alla salute'.

L’attenzione alla terra e di conseguenza al contadino e al consumatore, per l’azienda è stata un mission affinata nel tempo con l’eliminazione del diserbo nelle vigne e l’utilizzo dei lieviti selezionati in cantina, dopo un percorso progressivo di riconversione al biologico.


Da che cosa si riconosce a tavola il vino bio? 'Biologico è prima di tutto, un atteggiamento mentale, culturale ed economico – spiega Vincent Grosjean - L’agricoltura biologica e biodinamica è un sistema produttivo che mette al primo posto non la produzione fine a se stessa ( produrre tanto, in modo da fare i maggiori profitti possibili), ma la produttività nella salvaguardia della salute dell’uomo, del consumatore e anche del contadino che coltiva la terra, e dell’ambiente in cui si vive. Questo vale anche per il vino. Perché quello che mangiamo e beviamo è agricoltura'.
'Con il vino naturale riusciamo ad abbattere anche del 75% i solfiti – aggiunge Vincent Grosjean - Sì, proprio quei solfiti che, se il produttore di vino ne abusa in quantità, possono causare pesanti e sgradevoli mal di testa al consumatore, pur senza aver esagerato nel bere. Ma prima ancora il vino è 'pulito' in vigna. Dalla nostra esperienza sappiamo che possiamo arrivare alla chimica zero'.

Per parlare di produzione biologica e biodinamica i fratelli Grosjean hanno deciso di invitare il 9 dicembre alle 18, presso le Cantine della Maison Grosjean, a Quart, giornalisti, autorità regionali, colleghi, albergatori, ristoratori, sommellier per degustare vini e prodotti del territorio.

©GreenPlanet.net - Riproduzione riservata