La Costiera lancia il limone biologico

Inserito il 10 febbraio, 2016 - 17:25

 Nel nuovo magazzino di Fondi da 3.500 metriquadri coperti, è partita con il 2016 la lavorazione e la commercializzazione dei limoni biologici La Costiera. Una nicchia, per ora, che si affianca a quella dei limoni di Sorrento, ma sulla quale l’azienda della famiglia Vinaccia punta per un ulteriore balzo in avanti.

Lo ha raccontato alla Fruit Logistica di Berlino il responsabile commerciale Ferdinando Vinaccia. 'Si tratta per ora di un prodotto di esclusiva provenienza siciliana per il quale abbiamo certificato un’area distinta del magazzino – spiega Ferdinando Vinaccia – che ci sta dando, da subito, qualche soddisfazione, non tanto a livello di prezzi ma di interesse e curiosità da parte dei nostri clienti'.
 

Il limone bio potrebbe, in particolare, far crescere l’azienda - che oggi ha un giro d’affari di 20 milioni di euro - sui mercati esteri, dove La Costiera è per ora presente in Olanda, Germania e Gran Bretagna.

'Siamo stati a Berlino – sottolinea Ferdinando – per proporci a livello internazionale e trovare nuovi sbocchi, anche se non è facile perché, su molti mercati, è la Spagna a fare la parte del leone’.

Per questo il bio può essere un grimaldello per scardinare, in certe situazioni, lo strapotere spagnolo.

La Costiera conta su circa 200 aziende fornitrici di limoni in Basilicata, Campania e Sicilia e su 150 piccoli e micro produttori che le conferiscono il pregiato limone di Sorrento.