Italiani primi in Europa nella richiesta di cibi naturali

Inserito il 10 settembre, 2016 - 08:55

Più di ogni altro cittadino europeo, gli italiani temono gli ingredienti artificiali contenuti nei cibi confezionati, si fidano di più dei pasti preparati in casa e accetterebbero un costo maggiore per gli alimenti privi di elementi considerati nocivi per la salute.

Lo rilevano due indagini condotte su un campione di oltre 30 mila individui in 61 Paesi dalla 'Survey Nielsen Global Health and Ingredient-Sentiment' e dalla 'Global Out-Of-Home Dining'. Ben il 67 per cento degli italiani è infatti preoccupato da alcune presenze nei prodotti alimentari ritenute fastidiose e più spesso nocive: antibiotici e ormoni nella carne, coloranti artificiali, conservanti, OGM, aromi e dolcificanti artificiali, glutammato monopodico eccetera.
 

Nemmeno gli altri consumatori europei si fidano pienamente di quello che trovano sugli scaffali dei supermercati: a preoccuparsene sono anche gli spagnoli (il 60%), i cittadini del Regno Unito (il 55%) e della Germania (il 53%). Rispetto alla media europea, gli italiani vorrebbero però vedere cambiare sostanzialmente l’offerta: il 21 per cento (rispetto al 15% della media UE), chiede più alimenti alternativi alla carne composti da proteine di origine vegetale.