Il Farmers’ Friend al contadino che ha fermato il deserto

Inserito il 9 giugno, 2017 - 13:41

Il premio internazionale Farmers’ Friend 2017, che si inserisce nell’ambito di Bioeuropa 2017, viene conferito a Yacouba Sawadogo, un contadino analfabeta del Burkina Faso, che ha il merito della riscoperta e del perfezionamento di alcune tecniche tradizionali di agricoltura che hanno permesso di sottrarre terreno al deserto per restituirlo fertile e produttivo ai contadini.


Il riconoscimento è stato ideato e promosso nel 2007 dalla Cooperativa Girolomoni per valorizzare l’attività contadina in Italia e nel mondo. A premiare l’uomo che ha fermato il deserto, nel suggestivo scenario del monastero di Montebello, a Isola del Piano (in provincia di Pesaro Urbino), è Giovanni Battista Girolomoni, presidente della Cooperativa.
A completare l’iniziativa, la proiezione della pellicola 'The man who stopped the desert’ del regista Mark Dodd, presenti anche il protagonista Yacouba e Sankara Mady, sindaco del suo paese natale. Il film, vincitore di 7 premi cinematografici internazionali, racconta la storia di come Sawadogo, nato in Burkina Faso, nella zona centro-occidentale dell’Africa, abbia saputo recuperare con buon esito alcune tecniche di agricoltura tradizionale tipiche della regione, conseguendo il recupero di suoli anche gravemente danneggiati dalla siccità, abbandonati totalmente perché considerati aree desertificate.
Farmers’ Friend è un’iniziativa nata per volontà di Gino Girolomoni, fondatore dell’omonima cooperativa e precursore dell’agricoltura biologica in Italia, per premiare chi, con il suo lavoro, sostiene i contadini. Con i suoi 200 agricoltori, trentasette dipendenti e oltre 11,5 milioni di fatturato (anno 2015), la cooperativa rappresenta oggi uno dei punti di riferimento più significativi nel panorama del biologico italiano.
Ecco i premiati delle passate edizioni: 2007 Joseph Wilhelm (Germania), 2008 Vittoria Perez (Francia) e Corrado Barberis (Italia), 2009 Ibrahim Abouleish (Egitto), 2010 Mario Levi (Israele), 2011 Vandana Shiva (India), 2012 Luciano Vasapollo (Italia), 2013 Guy Watson (Regno Unito), 2014 Salvatore Ceccarelli (Italia), 2015 Tomy Mathew Vadakkancheril (India).