Il 17 e 18 ottobre a Torino 'Fa’ la cosa giusta!'

Inserito il 2 ottobre, 2015 - 17:46

La più grande fiera italiana della sostenibilità sbarca al Lingotto Fiere di Torino dal 17 al 18 ottobre, con un'edizione speciale in occasione del 3° Forum dello sviluppo economico locale, organizzato da UNDP, il programma delle Nazioni Unite dedicato allo Sviluppo.

Fa' la cosa giusta! Torino è organizzata da Terre di mezzo Eventi, che da 13 anni cura l'edizione nazionale, che si tiene ogni marzo a Milano. Per l'occasione il Lingotto ospiterà aziende, cooperative ed associazioni piemontesi che proporranno i propri prodotti e le proprie iniziative. Ma anche incontri, workshop e attività pratiche... tutto all'insegna del consumo etico e sostenibile.
 

Gli espositori e gli appuntamenti ospitati in fiera spazieranno tra molti temi: cibo e alimentazione, commercio equo e solidale, cosmesi naturale, moda critica, economia carceraria, editoria, mobilità sostenibile, infanzia, servizi per la sostenibilità, turismo consapevole, vegan, associazioni e partecipazione sociale.

Fa’ la cosa giusta! Torino sarà focalizzato sulle realtà del territorio piemontese, ma verrà riservato ampio spazio anche a tutti i soggetti provenienti dalle altre regioni italiane e dall’estero, che si contraddistinguono per il forte legame e impatto sul territorio di appartenenza.

Come nell'edizione nazionale, anche in quella torinese non mancherà una varietà di laboratori creativi per realizzare abbigliamento e accessori, organizzati da Antica Sartoria Errante.

'Fashion Reverse', un workshop di ‘lettura' delle etichette dei vestiti, insegnerà tutti i segreti per decifrarle, identificando la qualità del tessuto e (percentuale di filati naturali, artificiali, e loro tipologia), l'eticità della filiera produttiva (luogo di manifattura, condizioni e retribuzione della manodopera), i margini degli intermediari e le modalità con cui i marchi stabiliscono il prezzo di vendita al pubblico.

'Reinventa gli abiti', un workshop per imparare a rinnovare il proprio armadio senza buttare né acquistare nulla. I visitatori potranno portare i propri abiti e imparare a trasformarli. Infine, visto che un outfit non può mai dirsi completo senza una borsa, in fiera si potrà imparare a trasformare un vecchio maglione in una borsa double face (costo di partecipazione, comprensivo dei materiali: 25 euro).

Il workshop 'UpCycle', ovvero il riuso creativo di una camera d’aria insegnerà mille modi per trasformare la gomma in gioielli e accessori di design. Partendo da camere d’aria di recupero si realizzeranno braccialetti, portamonete, collane e orecchini. Durante il laboratorio verranno fornite le attrezzature professionali necessarie, l'assistenza in tutte le fasi della lavorazione e non mancheranno consigli, suggerimenti e piccoli trucchi per ottenere il miglior risultato (aabato alle 15, spazio laboratori, costo di partecipazione 10 euro, a cura di Jenia Design, brand torinese di origine moscovita).

Il portale ‘Contiamoci' insegnerà a produrre un deodorante a partire dai tappi di sughero, realizzando assieme profumatissimi sacchetti per armadio, per cassetti o per auto, completamente naturali e con oggetti di recupero. Si potrà così evitare l'acquisto di prodotti di sintesi chimica e contenitori che finiscono in pattumiera e dovranno essere poi smaltiti (domenica 18 ore 11, spazio laboratori, partecipazione gratuita).

I visitatori di Fa' la cosa giusta! potranno imparare anche a trasformare i capi tingendoli con colori ricavati dalle piante e dagli ingredienti presenti comunemente nelle nostre case, grazie al workshop che prende spunto dal libro 'Tinture naturali', di Terre di mezzo Editore.

Con un po’ di fantasia, e qualche consiglio, sarà possibile imparare a trasformare una tovaglia macchiata o un lenzuolo ormai liso in un pratico porta-torte. Laboratorio a cura di: Eta Beta, cooperativa sociale di inserimento lavorativo, che coniuga attività imprenditoriale e centralità della persona (sabato alle 14, spazio creatività, partecipazione gratuita).

Molte le creazioni proposte dagli stilisti etici presenti a Fa' la cosa giusta!. Dall'accostamento di materiali non preziosi, solitamente destinati all'arredamento di interni, nascono i gioielli di Cornja. A Fa' la cosa giusta! saranno presentate le collezioni Tegumenti, create con metallo e seta grezza, e Lineo, realizzate in ottone e cubi di legno di faggio, comunemente utilizzati dagli architetti per la realizzazione dei plastici.

Quagga è il primo marchio di abbigliamento invernale contemporaneo che utilizza solo fibre di poliestere 100% riciclate. La filiera di lavorazione è completamente made in Italy e la selezione delle materie prime esclude l'utilizzo di pelli, pellicce e piume (certificazione Fur Free VVV+ assegnato dalla LAV).

Lanivendole propone matasse in lana di tutti i colori e filati dedicati a tutti coloro che cercano qualità e cura nei materiali, il tutto rigorosamente naturale e realizzato a mano: dalla cardatura alla filatura alla tintura.

'Cartaecuci' propone invece maglioni in lana confezionati da piccoli artigiani con materiale recuperato e salvato dal macero.

L'Associazione Città Incantate condurrà uno spazio di letture continue con i bambini e laboratori creativi in cui imparare a realizzare collane e piccoli oggetti di arredamento con legno riciclato o a costruire le proprie bambole. I piccoli potranno anche imparare ad andare in bici e a rispettare le regole della viabilità, sulla ciclopista 'Bici e dintorni' organizzata da FIAB Torino.