ICEA si ripropone in forze al Biofach

Inserito il 11 febbraio, 2015 - 09:13

Il bio e l’eco ICEA sono anche quest’anno fra i protagonisti del Biofach. 'L’Istituto Certificazione Etica e Ambientale - spiega il suo presidente Pietro Campus - ha il suo spazio istituzionale nella Hall 1, Stand 347, con un concept che è ormai un nostro tratto distintivo: su un prato naturale, un open space con la struttura operativa di un organismo di controllo e certificazione al lavoro nei vari desk allestiti per i diversi settori food e non food'.

Presente pure l’area collettiva organizzata dall’associazione BiolItalia, con i corner di 22 aziende certificate ICEA dislocati nell’area collettiva per il food al padiglione 4, stand 211-215-221, e per la cosmesi al Vivaness al padiglione 7, stand 511.


Nella cosmesi è nuovamente protagonista il Cosmos: lo standard internazionale giunto alla versione 2, con la quale i membri fondatori Ecocert e Cosmebio (Francia), BDiH (Germania), Soil Association (Regno Unito) e ICEA hanno reso il percorso di certificazione più accessibile alle aziende e il sistema più trasparente. Cosmos prevede due certificazioni: una per il cosmetico biologico (Cosmos Organic) e una per quello naturale (Cosmos Natural).

Giovedì 12 febbraio (ore 14-15,30 nella room Kiew, Ncc Ost del padiglione Vivaness), si tiene un incontro dal titolo 'Future-proof your beauty business', coordinato da Francis Blake, presidente del Cosmos AISBL Board. Durante il workshop si parla della crescita del mercato della cosmesi biologica e naturale e di formulazioni, marketing e certificazioni in materia.

Passando alla cooperazione internazionale, come ogni anno Icea partecipa quale unica organizzazione italiana, all'incontro della LOA (Leading Organic Alliance), il network che riunisce i principali marchi e standard del biologico di qualità: BioSuisse (CH), Bioforum (B), Bioland e Naturland (D), Debio (N), EcoValia (ES), Eko (NL), Krav (S) e Soil Association (UK). L’incontro è finalizzato al confronto sulle attività comuni ed in essere al fine di armonizzare e ulterioremente qualificare gli Standard Volontari del bio, per renderli sempre più attuali ed efficaci nelle sfide verso la sostenibilità ambientale e sociale. 

Per il settore tessile, nell’agenda Icea sono previsti incontri operativi su Gots e Textile Exchange Europe. Il primo è il principale standard internazionale del tessile bio, sostenuto da alcune tra le principali organizzazioni che promuovono nel mondo l’agricoltura bio (Icea è ente accreditato per la certificazione Gots); la seconda è la principale organizzazione per la promozione, lo studio e la certificazione del cotone organico e di altri tessuti sostenibili.