I progetti per una Siena green

Inserito il 4 novembre, 2012 - 15:49

Risparmio delle risorse energetiche, turismo ecocompatibile e produzioni di qualità da filiera corta come motori dell'economia in tempi di crisi. Questi i temi al centro del progetto 'Terre di Siena Green', promosso dalla Provincia di Siena. Una sorta di patto che coinvolge istituzioni, imprese, cittadini e ospiti e mette in campo tre circuiti: Terre di Siena Carbon Free, Terre di Siena Filiera Corta e Terre di Siena Ospiti di Valore.

Gli operatori locali che operano nella ricettività turistica, nella ristorazione, nell'artigianato, nel commercio, nell'agricoltura, nei servizi e nel manifatturiero possono scegliere di aderire a uno o più circuiti, ottenendo i marchi di qualità 'Ospiti di valore' per l'accoglienza turistica; 'Siena Carbon Free' per l'abbattimento delle emissioni di Co2 e 'Filiera corta', per le produzioni agroalimentari di qualità. Ad oggi sono 124 le aziende del territorio che hanno aderito.

Dato l'interesse dell'iniziativa che potrebbe dare spunti per iniziative analoghe in altre zone del territorio nazionale, Greenplanet riporta qui di seguito un ampio stralcio del progetto.

TERRE DI SIENA GREEN – Un patto per lo sviluppo sostenibile


La Provincia di Siena ha intrapreso una politica basata sulla governance del territorio finalizzata allo sviluppo sostenibile facendo scelte strategiche importanti in questa direzione, in particolare attraverso tre filoni progettuali:

- Terre di Siena- Ospiti di Valore – una filiera integrata di operatori di vari settori per un turismo sostenibile;

- Terre di Siena-Carbon Free – adozione di una serie di strumenti ed azioni per raggiungere l’obiettivo di emissioni zero nel 2015;

- Terre di Siena - Filiera corta – valorizzazione e sostegno delle produzioni locali di qualità per uno sviluppo agricolo sostenibile.

Scelta strategica. Lo stato attuale delle azioni adottate suggerisce l’opportunità di procedere ad una loro efficace integrazione per dare maggiore notorietà e consistenza all’intero processo. Per questo è necessario coordinare ed integrare le azioni di tutti quei soggetti che operano in tale direzione, possibilmente riconducendo i vari interventi nell’ambito di un unico progetto 'Terre di Siena green', promosso e coordinato dalla Provincia.

Si tratta di un processo che ha tra i suoi obiettivi essenzialmente quello di favorire la diffusione di comportamenti virtuosi, nel contesto della sostenibilità, rispetto all’ambiente, la cultura, l’alimentazione, la tutela e la valorizzazione del patrimonio storico del nostro territorio, innescando essenzialmente una crescita culturale ed una auspicata riconversione verso la green economy del sistema imprenditoriale locale.

Un ruolo importante che possono svolgere le Istituzioni a favore del sistema economico locale, in fasi di ristrettezza di risorse e di difficoltà economiche diffuse come quella attuale, è sicuramente quello di creare le condizioni per la nascita e lo sviluppo di reti o network di imprese, di enti e associazioni disposti ad adottare scelte e comportamenti imprenditoriali e personali compatibili con lo sviluppo sostenibile .

Si tratta quindi di lavorare per creare una vera rete di operatori pubblici e privati che condividono la necessità di operare per qualificare la reputazione del territorio nel resto del mondo, in termini di sviluppo sostenibile e qualità della vita, fattori determinanti anche per la competitività globale nei mercati.

Una rete di operatori e istituzioni che condividono la consapevolezza che i fattori di attrazione delle Terre di Siena si basano su equilibri molto delicati il cui mantenimento richiede comportamenti conseguenti in termini di rispetto dell’ambiente, del patrimonio storico, artistico e paesaggistico oltre che di valorizzazione della cultura e della tradizione locale. Per dare una base solida, concreta e riconoscibile alla rete si propone l’adozione di un Patto tra i vari soggetti estendibile anche agli ospiti che può trovare un punto di partenza interessante in quello che è stato il progetto 'Cittadini delle Terre di Siena'.

Un patto quindi che coinvolga contemporaneamente residenti, imprenditori, istituzioni, turisti, opinion leader nazionali ed internazionali e che impegni le istituzioni a favorire le imprese e le attività con alto valore di sostenibilità e di rispetto dell’identità locale; le Imprese ed i residenti ad assumere scelte compatibili con la salvaguardia dell’ambiente e lo sviluppo sostenibile del territorio; gli ospiti ad improntare il loro soggiorno ai principi del turismo sostenibile e responsabile.

Un percorso che contiene anche elementi di originalità rispetto ad altre esperienze che può consentirci un spendibilità interessante in termini di comunicazione ma anche conferire a questo territorio un ruolo rilevante nella progettualità Regionale. Un percorso partecipato che non è nuovo nella nostra provincia in quanto sperimentato ad esempio con il percorso Agenda 21, con i Forum per il turismo, ma recentemente con i disciplinari di comportamento per i circuiti di imprese virtuose per la sostenibilità.

Riflessioni sui Progetti avviati

Terre di Siena- Ospiti di Valore – una filiera integrata di operatori di vari settori per un turismo sostenibile. Il Circuito, nato nel 2008, prevede l’adesione di strutture ricettive, ristoranti, negozi, artigiani, aziende agricole e ad oggi conta la presenza di 91 imprese.

Si basa sull’adesione volontaria, con autocertificazione (oltre ad un report annuale di monitoraggio), ad un Codice di comportamento che delinea sinteticamente i seguenti impegni: rispetto ambientale in termini di risparmio energetico, impiego di fonti rinnovabili di energia, riduzione dei consumi idrici, riduzione e raccolta differenziata dei rifiuti, utilizzo di prodotti locali, disponibilità a patti di filiera, trasparenza sulla qualità dei prodotti e dei servizi offerti, valorizzazione e promozione della cultura e del patrimonio storico, artistico e ambientale del territorio.

Per l’attuazione del Progetto è previsto un Comitato direttivo con funzioni di monitoraggio, vigilanza ed aggiornamento. E’ stato realizzato un logo dedicato declinando il logo Terre di Siena in 'Terre di Siena- Ospiti di valore' concedendone l’uso alle imprese aderenti. Sono stati organizzati vari momenti di aggiornamento e formazione e sono stati creati strumenti di promozione riservati al progetto come: il sito www.turismosostenibile.terresiena.it, un catalogo cartaceo con le strutture aderenti, un depliant di diffusione del progetto distribuito all’interno delle strutture stesse e in varie occasioni di promozione, campagne pubblicitarie, partecipazione a fiere e work shop.

Attualmente il Disciplinare è in fase di revisione per accogliere necessarie istanze di semplificazione oltre che le opportune integrazioni con quanto in fase di attuazione da parte del settore Ambiente e del settore Sviluppo rurale.

Terre di Siena-Carbon Free – adozione di una serie di strumenti ed azioni per raggiungere l’obiettivo di emissioni zero nel 2015. Tra le varie azioni è in corso di attuazione un Disciplinare specifico 'Carbon Free per la riduzione delle emissioni clima-alteranti' che prevede sinteticamente la concessione di un marchio identificativo 'Terre di Siena Carbon Free' a quei soggetti che aderiranno volontariamente agli impegni per l’adozione di buone pratiche finalizzate alla riduzione di emissioni di CO2, rispettando gli obiettivi prefissati di riduzione e presentando annualmente un report di monitoraggio. Con l’istituzione del marchio, la Provincia di Siena, attraverso il coinvolgimento generalizzato dei vari stake-holders, intende promuovere iniziative, incisive e coordinate, rivolte alla riduzione delle emissioni di gas climalteranti, grazie alla realizzazione delle seguenti azioni:

Lo sviluppo e la diffusione di impianti per la produzione di energia da Fonti rinnovabili;
Lo sviluppo e la diffusione di interventi e di pratiche rivolte alla generalizzata riduzione del consumo di energia;
Lo sviluppo e la diffusione di pratiche rivolte alla produzione di beni e servizi a minore intensità di CO2;
L’informazione e la sensibilizzazione della popolazione per la generalizzata diffusione di buone pratiche rivolte alla riduzione delle emissioni clima-alteranti.
Il marchio nasce come specificazione del marchio collettivo Terre di Siena e pertanto con il fine di coinvolgere l’intera collettività senese verso il raggiungimento dell’obiettivo al 2015 ed anche per sostenere la riconversione verso la green economy dell’economia insediata, grazie allo sviluppo delle pertinenti filiere di prodotti e/o servizi del territorio senese.

Terre di Siena - Filiera corta – valorizzazione e sostegno delle produzioni locali di qualità per uno sviluppo agricolo sostenibile. Particolare importanza per il settore sviluppo rurale riveste il progetto Rururbal che mira ad elaborare una strategia di governance per lo sviluppo sostenibile, basata su interventi integrati e propone l’attivazione di una Carta europea e di carte locali per il governo del territorio e dell’alimentazione. La Carta ha come obbiettivi: una governance partecipativa, lo sviluppo di una politica alimentare integrata con altre politiche (sociali economiche, culturali,territoriali, ambientali), lo sviluppo di Sistemi Agroalimentari Locali che includano: produzione e trasformazione, promozione e commercializzazione, strategia di marketing e di etichettatura, partecipazione dei consumatori, messa a disposizione di beni pubblici complementari, distribuzione e trasporto, norme di sicurezza sanitaria e alimentare, gestione di rifiuti e altri aspetti legati all’energia, formazione ed educazione. Infine si prevede la sottoscrizione di un Patto tra Istituzioni locali e l’insieme degli attori del sistema alimentare, con la possibilità di allargarsi contemporaneamente all’insieme degli attori locali e quindi alle imprese dei vari settori, ai residenti e agli ospiti.

Punti in comune dei tre progetti

- Si rivolgono agli stessi interlocutori: istituzioni, residenti, imprese, turisti;

- Necessitano di una logica di Patto tra i vari soggetti;

- Si basano su adesione volontaria dei vari soggetti a disciplinari di comportamento;

- Necessitano di azioni di promozione per diffondere la conoscenza dei contenuti al fine di umentare la condivisione ed il consenso dei vari attori locali;

- Creano vantaggi concreti per gli aderenti;

- Contribuiscono a qualificare la reputazione del nostro territorio vero il resto del mondo.

Patto o Carta dei valori per lo sviluppo sostenibile delle Terre di Siena

I contenuti del Patto saranno definiti, partendo dai principi che vengono suggeriti dalla Carta europea del la governance del territorio e dell’alimentazione e dal Progetto carbon free della Provincia di Siena, includendo anche i valori e gli impegni dichiarati nel Patto dei 'Cittadini delle Terre di Siena' che ci consente di condividere l’impegno delle comunità residenti con gli ospiti. Si intende creare un Comitato tecnico e scientifico per accompagnare il necessario processo di crescita con il compito di elaborare idee e soluzioni a supporto sia delle politiche pubbliche che imprenditoriali, diffondere l’informazione e fornire assistenza, favorire l’incontro tra i vari attori e la crescita di reti o network di soggetti e imprese locali, valorizzare e far conoscere le buone pratiche e che alternativamente possa:




1. essere coordinato dalla Provincia e composto da soggetti espressi dalla istituzioni e dalle associazioni che sottoscrivono il Patto,

2. essere di coordinamento tra il Settore Sviluppo Economico, Ambiente e Sviluppo Rurale della Provincia e l’Agenzia APEA.