I dietisti credono nelle mele Val Venosta

Inserito il 22 maggio, 2013 - 15:24

Mela Val Venosta ancora una volta si è fatta portavoce dell’importanza che riveste un’alimentazione sana ed equilibrata: dal 16 al 18 maggio è stata protagonista a Firenze, presso Hilton Metropole Florence Hotel, grazie alla partecipazione al 25º Congresso Nazionale ANDID dal titolo 'Il Dietista: nuovi orientamenti professionali tra formazione, pratica clinica e promozione di stili di vita salutari'.

Tre giorni dedicati a docenti universitari, istituzioni pubbliche e referenti clinici attivi nell’ambito di modelli sostenibili, prevenzione e benessere nelle scelte alimentari nelle diverse età evolutive con l’obiettivo di fornire indicazioni sugli scenari di categoria e all’importanza di uno stile alimentare corretto e bilanciato.


L’incontro è stato promosso dall’ANDID che è in Italia l’unica Associazione titolata a rappresentare la categoria dei Dietisti e il 25º Congresso Nazionale rientra tra le attività di formazione e aggiornamento per le quali l’Associazione ha richiesto l’accreditamento ECM (Educazione Continua in Medicina) rivolto a dietisti e medici.

La mela è per antonomasia il frutto della salute: gustosa e completa dal punto di vista nutrizionale perché ricca soprattutto di sali minerali, zuccheri semplici e vitamine, grazie al suo basso apporto calorico è perfetta all’interno di ogni regime dietetico equilibrato.

Mela Val Venosta - si legge in un comunicato del Consorzio VIP - da sempre si fa promotrice di un corretto stile di vita, che coniughi una moderata attività fisica ad una corretta e sana alimentazione, sempre senza rinunciare al gusto e al piacere della buona tavola.

Per incentivare l’adozione di comportamenti alimentari corretti volti anche ad effettuare un’azione preventiva, la croccantissima Golden Delicious, la varietà più importante tra le mele a marchio Val Venosta, è stata distribuita ai partecipanti del convegno durante tutti i pranzi e i coffe break.



La Golden Delicious, come tutte le mele venostane, viene prodotta seguendo il metodo della lotta integrata, secondo il quale si combattono i parassiti in esubero impiegando i loro nemici naturali, come la coccinella.