Gelato bio-etico: l'esempio pisano

Inserito il 27 agosto, 2013 - 08:57

Il gelato artigianale a Pisa abbina sempre più biologico e scelte etiche e sostenibili. I gelatieri del 'Gelato Dipendente' in via Cattaneo, 'De’ Coltelli' in Lungarno Pacinotti e 'Il Gelato' in Lungarno Gambacorti hanno scelto infatti di acquistare cocomeri e meloni con certificazione biologica e di filiera corta prodotti da Orti Etici. Quest'ultimo è un programma di agricoltura sociale promosso dalla Società della Salute Pisana che si occupa del reinserimento di persone fragili (senza fissa dimora, ex-tossicodipendenti, ex-carcerati).


Nei campi di San Piero a Grado sono ormai 30 le persone che attraverso il lavoro agricolo stanno compiendo un percorso di inserimento lavorativo e di sostegno per ricominciare dopo un momento difficile. Ma acquistare meloni e cocomeri prodotti dagli Orti Etici non è solo una scelta di solidarietà, ma anche di gusto. ' Questi meloni e cocomeri sono squisiti, tra i migliori che abbia mai mangiato' commenta Fabio Nocentini, che insieme a Maria Rita Somaschini gestisce 'Il Gelato', la gelateria di fianco a Palazzo Blu. 'Siamo sempre alla ricerca di prodotti biologici e di filiera corta perché crediamo che l’ecologia del cibo debba andare di pari passo con l’ecologia dei comportamenti', aggiunge Nocentini.

Orti Etici, acronimo di Orticoltura, economia, tecnica ed inclusione sociale innovativa è un progetto di agricoltura sociale nato dalla collaborazione tra soggetti pubblici e privati: la Cooperativa Sociale Ponteverde Onlus di Pontedera, l'azienda Agricola Bio Colombini di Crespina (Pi), il Centro Interdipartimentale di Ricerche agro-ambientali E.

Avanzi a San Piero a Grado (Pi), il Dipartimento di biologia delle piante agrarie dell'Università di Pisa (DBPA). Pisa, centro di ricerca tra i più prestigiosi in Italia, abbina così questa sua caratteristica con l'impegno sociale e il mangiar sano. Una scelta assolutamente condivisibile e da portare ad esempio.

(Fonte: Società della Salute Pisana)