Federbio lancia il Green Energy Desk

Inserito il 11 luglio, 2013 - 15:41

Sviluppare energie rinnovabili ed efficienza energetica nel comparto delle coltivazioni biologiche. È questo l’obiettivo del progetto Green Energy Desk FederBio-Officinae Verdi, rivolto ad aziende che vogliono tagliare i costi energetici per recuperare competitività e risorse da investire nel proprio business e puntare sull’eccellenza e la sostenibilità dei prodotti.
 

Il progetto, che rappresenta il primo risultato concreto della collaborazione siglata da Officinae Verdi e FederBio nel corso di Vinitaly 2013, è stato presentato il 10 luglio a Roma nell’ambito del workshop 'Green Economy applied' presso la sede FederBio, alla presenza del presidente Paolo Carnemolla, di Giovanni Tordi amministratore delegato Officinae Verdi, di Riccardo Valentini direttore della Divisione Impatti del clima del Centro euro-mediterraneo sui cambiamenti climatici e consigliere della Regione Lazio.

Le aziende agricole, come il resto delle imprese italiane, sono penalizzate da un costo dell’energia elettrica superiore del 27% al costo medio dell’energia pagato dai competitor europei. Inoltre, su 22 miliardi di euro sprecati ogni anno per inefficienze energetiche, il 42% sono a carico del settore industriale: 8 miliardi di euro che ogni anno potrebbero essere recuperati grazie ad interventi di efficienza energetica sugli stabilimenti e sugli impianti (fonte Confindustria).

I margini di miglioramento che le imprese possono raggiungere sul fronte del recupero e della riqualificazione energetica sono ampi, intorno al 19%-30% in base al settore merceologico e allo stato di salute impiantistico ed edilizio dell’azienda, con punte che arrivano al 40% laddove si intervenga su impianti che non hanno mai provveduto ad un approccio di riqualificazione energetica integrato (elettricità, riscaldamento). Il Green Energy Desk, attraverso gli esperti di Officinae Verdi, supporta le imprese che vogliono investire in tecnologie quali fotovoltaico in grid parity, solare termico, biomasse, biogas, minieolico, minidro, cogenerazione ed efficienza energetica per abbattere i costi energetici e recuperare competitività.