Fairtrade Italia: boom dei prodotti del commercio solidale

Inserito il 9 giugno, 2017 - 09:52

Crescono ogni anno in Italia i consumatori che scelgono prodotti del commercio equo e solidale. Nel 2016 la distribuzione italiana ha venduto prodotti certificati fairtrade per oltre 110 milioni di euro. Paolo Pastore, direttore Fairtrade Italia, commenta: 'C’è la consapevolezza sempre più diffusa che è possibile contribuire al commercio giusto con un semplice gesto di acquisto’.


Il volume di affari del fairtrade è duplicato nel giro di cinque anni: la parte del leone è sostenuta dalle banane, seguono lo zucchero (sia granulare che utilizzato per i prodotti composti), il cacao e il caffè. Tra il 2015 e il 2016 l’incremento del valore complessivo è stato dell’11%.
Le prime banane certificate fairtrade hanno fatto il loro debutto nei banchi dell’ortofrutta dei supermercati italiani nel 2002. Anno dopo anno, le vendite di questo prodotto sono cresciute fino a superare le 11 mila tonnellate nel 2016. Il consumo interno di caffè fairtrade è in aumento, con un + 22% rispetto all’anno precedente, come la vendita all’estero: 31 torrefazioni italiane, infatti, hanno venduto il proprio caffè certificato fairtrade in 64 Paesi per un volume di vendita che sfiora le 650 tonnellate di caffè tostato (+75% rispetto al 2015) vendute prevalentemente nel settore horeca. I principali Paesi di destinazione del caffè italiano certificato fairtrade sono Svezia, Gran Bretagna, Danimarca, Olanda, Finlandia e Germania.
Il 2016 è stato anche l’anno del consolidamento definitivo dei marchi di programma fairtrade, lanciati nel 2014 come opzioni commerciali innovative, che consentono alle aziende di acquistare e utilizzare una materia prima certificata fairtrade come zucchero e cacao, nell’ambito delle loro strategie di sostenibilità. In Italia il volume di zucchero di canna granulare ammonta a 2.428.863 chilogrammi, quello riferito allo zucchero di canna usato nei prodotti composti, invece, è di 641.488 chilogrammi; 833.291 chilogrammi, infine, per quanto riguarda le fave di cacao.
Questi dati sono stati diffusi durante un incontro a Palazzo dei Giureconsulti, nel cuore di Milano, durante il Festival dello sviluppo sostenibile. Giuseppe Di Francesco, presidente di Fairtrade Italia, ha commentato: 'Fairtrade si prospetta come una realtà solida al fianco delle aziende italiane, oltre che come strumento di vera responsabilità globale in tutto il mondo'.