Editoriale

La lobby che non piace a Federbio

Inserito il 4 settembre, 2017 - 17:16

L’editoriale del 30 agosto (Due lobby che si scontrano) ha sollevato molteplici reazioni, critiche ed è stato oggetto di dietrologie. E’ stato anche letto da molti. L’editoriale commentava l’uscita del Consorzio il Biologico di Bologna dalla Federazione di settore, FederBio, e tentava di darne una spiegazione, anche alla luce della reazione di FederBio. In sintesi, l’opinione che ho espresso, mossa anche da questa reazione, è stata quella riportata nel titolo: due lobby che si scontrano. [...]

Editoriale. Due lobby che si scontrano

Inserito il 30 agosto, 2017 - 13:35

L’uscita del Consorzio il Biologico di Bologna, società collegata all'organismo di certificazione CCPB, dalla Federazione di settore FederBio, è sfociata oggi, con l’intervento del presidente di FederBio Paolo Carnemolla, in una polemica aspra oltre ogni aspettativa e che fa presagire come la frattura sia insanabile. Le conseguenze di una spaccatura di tale portata all’interno del sistema delle aziende e delle organizzazioni del biologico italiano, uno dei migliori al mondo, non sono facili da prevedere ma quello che si può dire da subito è che il sistema non ne uscirà rafforzato ma indebolito, facendo il gioco di chi, dall’esterno, a partire forse proprio dalla politica, ha tutto l’interesse a metterci il cappello sopra. [...]

Solo il bio può salvare Expo dalla banalità

Inserito il 18 maggio, 2015 - 00:14

Giuseppe Sala, commissario straordinario per Expo 2015, ha avuto il buon gusto e l’accortezza di essere presente all’inaugurazione del Parco della Biodiversità a Expo 2015. Si è seduto al fianco di Vandana Shiva, la leader più popolare oggi del movimento ecologista mondiale, che con lui aveva avuto una polemica aspra per la presenza in Expo della Coca Cola, della MacDonalds e di altre multinazionali dell’alimentazione. Ha rivolto ai vertici del biologico non solo italiano, lì intervenuti, un saluto non di circostanza ma pragmatico, con un messaggio del tipo: qui c’è il cibo, vinca il migliore.
  [...]

Tutti a Biofach. C’è crescita ma attenti agli OGM

Inserito il 12 febbraio, 2014 - 09:35

Anche quest’anno, GreenPlanet è presente al Biofach di Norimberga. Una presenza attiva la nostra, fatta di incontri, interviste, video con l’obiettivo di mettere nella giusta evidenza, in particolare, il biologico italiano, con i suoi protagonisti, le sue aziende.
  [...]

Non solo crisi, in vino veritas

Inserito il 10 aprile, 2013 - 14:17

Inevitabilmente, questa breve riflessione settimanale va dedicata al Vinitaly, un fierone come pochi al mondo, che chiude proprio nel giorno di uscita della nostra newsletter. La fiera veronese ha evidenziato un dato economico: il vino non è colpito dalla crisi come altri settori; il vino italiano in particolare, se risente del calo dei consumi interni, è in un momento molto felice sui mercati internazionali dove sta prendendo importanti posizioni ai vini francesi, dall'America alla Cina all'India, dalla Russia all'Est europeo. [...]

Il voto che ha cambiato l'Italia

Inserito il 27 febbraio, 2013 - 09:14

Le elezioni politiche di qualche giorno fa sono state un'esperienza inattesa e forte per chi scrive, culturale e psicologica, ancora prima che civica o politica. Un'esperienza forse iniziata da tempo inavvertitamente e apparsa progressivamente più chiara con l'avvicinarsi del voto.

L'esperienza che permette di capire, sulla propria pelle, come possano cambiare riferimenti che sembravano intramontabili, come si possa assistere, periodicamente nella storia, a un grande sconvolgimento: una guerra, una rivoluzione, la nascita di una dittatura o di una democrazia che prima non c'era. [...]

L'ambiente nella campagna elettorale

Inserito il 22 gennaio, 2013 - 22:36

Bella l'iniziativa dell'AIAB, che abbiamo pubblicato il 18 gennaio, di sottoporre ai candidati al Parlamento nelle elezioni del prossimo febbraio un decalogo su cui misurare il loro impegno ambientalista. Ma anche Greenpeace non scherza: campagna elettorale senza ambiente, Paese senza futuro, titola una petizione dell'associazione che attraverso 45 mila cittadini è stata inviata on-line ai candidati con l'esplicita intenzione di non votarli se non daranno una risposta. Alcune risposte sono state pronte, tra chi non ha risposto ci sono i tre big: Bersani, Monti e Berlusconi. Conta poco o nulla l'ambiente per loro? [...]

Il bio italiano accelera la sua marcia

Inserito il 20 giugno, 2014 - 14:54

Il processo di concentrazione produttiva e commerciale e quindi il rafforzamento ulteriore delle realtà principali del settore biologico italiano sono fenomeni sempre più evidenti e sempre più accelerati. I protagonisti sono quattro, cinque, non ne vediamo di più. Si possono fare i nomi: Almaverde Bio, Alce Nero Mielizia, la nuova Brio, NaturaSì.

Almaverde spinge per associare nuove imprese, Alce Nero si crea uno staff di livello internazionale e riesce a 'sposare' i suoi produttori per lo più appenninici con i coltivatori del fair-trade centro e sud-americano, Agrintesa con Apo Conerpo e Alegra conquista Brio per farne un super-marchio (con un'offerta complessiva di oltre 33 mila tonnellate), NaturaSì si prepara a una nuova ondata di aperture di negozi a marchio e ha attirato finanziatori come Renzo Rosso (Diesel) e famiglia a cui il bio piace sempre di più tanto che i Rosso sono entrati con entusiasmo nella gestione (se non erro hanno due posti in cda). [...]

La corruzione che uccide la sostenibilità

Inserito il 5 giugno, 2014 - 12:09

Sostenibilità è oggi una parola d'ordine, spesso abusata, anche se contiene il nocciolo del cambiamento necessario. Si ripete che la sostenibilità poggia su tre gambe: ambiente, economia, società. Dobbiamo aggiungerne un'altra, almeno nel nostro Paese, perché altrimenti ci pigliamo in giro e intanto salta tutto: la sostenibilità etica o morale. Avete visto Corrado Clini, ministro dell'Ambiente del governo Monti: dal 26 maggio è in carcere per peculato.

Sembrava una persona preparata e seria, una persona dabbene, un tecnico onesto. Preparato sì, il resto è difficile da dimostrare, perché alla magistratura risulta che ricevesse euro a milioni su un conto svizzero, tangenti. Il fatto ci ha sorpreso, ancora più della corruzione che ha coinvolto gli appalti per la grande Expo 2015 di Milano.  [...]

Margherita Hack e la negazione del biologico

Inserito il 20 giugno, 2013 - 13:09

Nel bel libro 'La Terra che nutre', pubblicato da Giunti in occasione dei 25 anni del consorzio il Biologico, compaiono 22 contributi di altrettanti eminenti personaggi sul tema della sostenibilità e dell'agricoltura biologica (m'immagino che i contributi dovessero essere proprio 25 e che 3 eminenti personaggi non abbiano risposto in tempo per la pubblicazione). [...]

Condividi contenuti