EcorNaturaSì più forte con i Paravicini Crespi

Inserito il 3 aprile, 2012 - 17:16

Un importante socio è entrato nel gruppo EcorNaturaSì, leader in Italia nella distribuzione di prodotti naturali, biologici e biodinamici e proprietario dei marchi Ecor, NaturaSì, Cuorebio, e Baule Volante. È la società Alpa, della famiglia Paravicini Crespi di Milano, proprietaria delle Cascine Orsine a Zelata di Bereguardo (Pavia): un’azienda di oltre 400 ettari che nel parco del Ticino applica da oltre trent’anni il metodo dell'agricoltura biodinamica, producendo il famoso riso Rosa Marchetti, oltre a cereali e formaggi di ottima qualità.
 


'Le Cascine Orsine, attraverso l'impegno della signora Giulia Maria Crespi, presidente onorario del FAI
– spiega Fabio Brescacin, presidente di EcorNaturaSì - sono state un luogo di formazione per molti biodinamici italiani, nonché uno spazio che, attraverso giornate aperte ai consumatori e corsi continui su temi di agricoltura, salute e alimentazione, ha contribuito enormemente alla diffusione della cultura biodinamica nel nostro Paese. Per questo Alpa è il socio ideale per il nostro gruppo, in quanto cerca di coniugare motivazioni etiche, tese a promuovere una sana agricoltura ed una sana alimentazione, con una impostazione economica ed imprenditoriale che mira ad ottenere risultati positivi per tutti gli stakeholder legati all'impresa: azionisti, collaboratori, clienti e fornitori'.



La quota di Alpa in EcorNaturaSì, acquisita mediante un aumento di capitale, ammonta al 20% e coincide con l’uscita dal gruppo di alcuni soci fondatori di NaturaSì.

Un altro 25,25% delle azioni del gruppo rimane in possesso di tre soci storici di NaturaSì: le famiglie Lori e Testori di Milano e la famiglia Zanoni di Desenzano. Il 54,75% delle quote di EcorNaturaSì è ora invece di proprietà della Fondazione Antroposofica Rudolf Steiner, che insieme agli altri soci si rende garante delle finalità sociali dell'attività.

L’operazione è stata sostenuta e finanziata da un pool di istituti bancari che ha visto Unicredit e Banca IMI svolgere il ruolo principale, Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza quello di partecipanti all’iniziativa. Le banche finanziatrici si sono avvalse della consulenza di Latham & Watkins. Hanno inoltre contribuito a realizzare l’operazione con il loro apporto professionale gli studi Chiomenti, Alessandro Sacca e Canova Finanziaria, tutti di Milano, lo studio Dindo, Zorzi & associati di Verona, e Reconta Ernst & Young.

Il nuovo consiglio di amministrazione del gruppo è composto da Fabio Brescacin (presidente), Luca Paravicini Crespi, Roberto Zanoni, Cesare Lori, Claudio Fava, Gabriele Navilli e Aldo Rovatti. Oggi il gruppo consolida un bilancio 2011 di 201 milioni di euro con una crescita del 14% sull'anno precedente, e realizza anche nel primo trimestre 2012 un incremento di fatturato intorno al 5%, nonostante le difficoltà generali dei consumi.

Entro giugno 2012 saranno 100 i punti vendita a marchio NaturaSì operativi in Italia (e due in Spagna), mentre i negozi associati al progetto Cuorebio saranno 290, con un impegno particolare alla ristrutturazione e al miglioramento dei negozi storici del biologico. Al gruppo appartiene anche la società Baule Volante di Bologna, che dal 1987 serve piccoli negozi, erboristerie, negozi specializzati, farmacie su tutto il territorio nazionale.

'Sta aumentando nelle persone – conclude Brescacinl'interesse per il prodotto sano. Un numero sempre maggiore di cittadini, nonostante le difficoltà economiche del momento, si indirizzano ad un consumo più sobrio, ma di maggiore qualità, così come sta aumentando la consapevolezza che il futuro dell'organismo Terra è dipendente in misura fondamentale dalla pratica agricola che noi utilizziamo. Con questa operazione vogliamo rafforzare la nostra proposta al consumatore, che sempre più richiede garanzia e sicurezza sui prodotti che acquista. Sicurezza che viene data, oltre che da controlli scrupolosi della nostra filiera fornitori, da aziende agricole che si impegnano a garantirla al massimo e che, se pur non appartengono direttamente al nostro gruppo, fanno da contorno: oltre all’azienda biodinamica San Michele di Conegliano di proprietà della Fondazione Rudolf Steiner, la Fattoria Di Vaira di Petacciato in provincia di Campobasso, partecipata dal gruppo e da molti negozi, amici e sostenitori del biologico, ed ora, con questa operazione societaria, anche le Cascine Orsine di proprietà della famiglia Paravicini'.