Conserve Italia: frullati e succhi sempre più bio

Inserito il 28 maggio, 2018 - 11:55

Pier Paolo Rosetti, direttore generale di Conserve Italia: 'Barbiano per Conserve Italia è la patria dei Frullati 100% Veggie Valfrutta e dei succhi biologici. I Veggie sono la grande novità del mix frutta più verdura in confezioni da un litro; in un anno hanno raggiunto una produzione di 4 milioni di pezzi e l’apprezzamento dei consumatori è stato così elevato che li abbiamo proposti anche in altri formati, a partire dal pet in 250 ml. Il bio si conferma poi un mercato in continua crescita in Italia, tanto che dopo le ottime performance dei succhi di frutta biologici prodotti in questo stabilimento negli ultimi due anni, principalmente a marchio Valfrutta, per il 2018 prevediamo un incremento della produzione del 30%’.
Queste considerazioni sono state fatte da Rosetti il 26 maggio in occasione dell’open day dello stabilimento di Conserve Italia a Barbiano, in provincia di Ravenna, rivolto ai dipendenti e alle loro famiglie, che hanno risposto in massa con un’affluenza di oltre mille persone.
A Barbiano si producono in un anno oltre 150 milioni di litri di nettari e succhi, ricavati da 45 mila tonnellate di frutta fresca conferita dai soci del territorio, lavorata e conservata in 900 serbatoi che costituiscono la ‘cassaforte di casa'. Lo stabilimento è uno dei principali siti produttivi di bevande presenti nel nostro Paese. Esteso su una superficie di quasi 300mila metri quadrati, di cui 66.000 coperti, occupa attualmente 240 dipendenti tra stagionali e fissi (il 52% è donna e al 92% sono residenti in provincia), con altre 30 persone coinvolte stabilmente nei servizi di logistica, re-packaging e manutenzione. Nel complesso, si parla di un impatto notevole per il territorio: oltre 12 milioni di euro di volume economico generato tra dipendenti e indotto.
‘Lo stabilimento di Barbiano rappresenta la storia di un marchio leader come Valfrutta ed è una fucina di innovazioni nel settore delle bevande - ha dichiarato nella stessa occasione Maurizio Gardini, presidente di Conserve Italia -. Qui viene valorizzata al meglio la materia prima conferita dai soci del territorio, in particolare quelle varietà produttive finalizzate soprattutto alla trasformazione industriale e non al mercato del fresco, un’iniziativa che il nostro Gruppo ha intrapreso per dare risposte concrete agli agricoltori spesso alle prese con prezzi di mercato insostenibili’.