Colle Regnano, un esempio di bio-architettura

Il nuovo ristorante dell’Agriturismo Colle Regnano verrà inaugurato ufficialmente tra sabato 17 e domenica 18 marzo, in contrada Casadicristo 11 a Tolentino, nelle Marche. Il programma prevede per sabato (a partire dalle 10) un incontro sul tema delle strutture ricettive ecosostenibili e domenica un intrattenimento musicale.

L’incontro su ‘Agriturismo sostenibile’ avviene in collaborazione con l’Ordine degli Architetti della provincia di Macerata e con il patrocinio dal Comune di Tolentino, Camera di Commercio di Macerata, Legambiente e Coldiretti Marche, per coinvolgere vari soggetti interessati: istituzioni, progettisti, imprese, operatori, privati.

Il coordinamento è affidato a Enzo Fusari, presidente Ordine degli Architetti della provincia di Macerata, e vi partecipano Luigino Quarchioni, presidente Legambiente Marche, Francesco Fucili, presidente Coldiretti Macerata, Giuliano Bianchi, presidente Camera di Commercio Macerata; l’intervento di ristrutturazione viene illustrato dai progettisti Alberto Cespi, per l’ambito architettonico, Daniele Paciaroni, per gli aspetti strutturali, e Timothy Daniel Brownlee, per l’ambito energetico; le conclusione vengono tratte da Alessandro Bruni, assessore all’Ambiente e vicesindaco del Comune di Tolentino, Massimiliano Sport Bianchini, assessore al Turismo della Provincia Macerata, e Paolo Petrini, assessore all’Agricoltura e vicepresidente della Regione Marche. Al termine una visita alla struttura e un buffet di prodotti biologici dell’Agriturismo Colle Regnano.

Il ristorante Regnano è stato progettato in architettura bioclimatica, basata sul presupposto della regolazione del clima interno agli edifici, utilizzando le potenzialità delle forze della natura per creare migliori condizioni di vita e caratterizzato da fabbisogni di energia drasticamente ridotti rispetto lo standard: per questi motivi rientra nella Classe energetica A, uno dei primi esempi tra gli agriturismi della regione Marche.

L’edificio è stato interamente costruito in legno per la caratteristica totalmente naturale del materiale, unico fra quelli da costruzione che respira, duraturo, antisismico e resistente al fuoco, per limitare il consumo di risorse non rinnovabili, utilizzare materiali non nocivi ed ecologici, ridurre al minimo l’impatto sulla salute e sull’ambiente, secondo i canoni della bioedilizia.

La tipologia della costruzione riprende in parte quella tradizionale del fienile ed in parte quella della torre colombaia, che costituiscono uno dei segni più antichi dell’architettura rurale. Il piano terra accoglie il ristorante con relativi servizi, oltre un’ampia e panoramica terrazza, sospesa nella vallata, ove si possono ammirare le dolci colline marchigiane nello scenario dei Monti Sibillini.

L’Agriturismo Colle Regnano è posizionato a metà strada tra Tolentino e San Ginesio. La struttura nasce da subito come fattoria ecologica, attuando una politica di sviluppo e promozione del turismo sostenibile. Il casolare di metà ‘800 è stato ristrutturato nel pieno rispetto dell’ambiente, con particolare attenzione alla qualità degli impianti, al risparmio energetico e delle risorse, alla corretta gestione dei rifiuti e all’uso di fonti rinnovabili, installando un impianto di pannelli fotovoltaici, uno solare termico e un sistema di recupero delle acque reflue.