BioFach 2014 punta su Organic 3.0

Inserito il 7 agosto, 2013 - 17:12

In occasione del 25° anniversario del BIOFACH settore e fiera guardano insieme al futuro designando Organic 3.0 a tema centrale del salone internazionale del biologico più completo del globo e del congresso che l'accompagna. Visioni ispiratrici, idee e possibili risposte (non soltanto sui tre aspetti strategici del tema conduttore: risorse, impatto e trasparenza) si avranno dal 12 al 15 febbraio 2014 al Centro Esposizioni Norimberga dove, per l'accoppiata BIOFACH (Salone Leader Mondiale degli Alimenti Biologici) e VIVANESS (Salone Internazionale della Cosmesi Naturale), si attendono di nuovo circa 2.400 espositori e più di 40 mila visitatori professionali.


Il tema conduttore del BIOFACH 2014 è elaborato e realizzato dall'International Federation of Organic Agriculture Movements (IFOAM), ente patrocinatore internazionale del salone pilota mondiale, insieme all'Unione tedesca degli operatori economici del settore ecologico alimentare 'Bund Ökologische Lebensmittelwirtschaft' (BÖLW), ente promotore nazionale dello stesso, e alla NürnbergMesse. Il focus contenutistico sarà ripreso, tra l'altro, nella Giornata dei media e nel corso della cerimonia di inaugurazione.

La base dell'agricoltura biologica, Organic 1.0, è stata posta dai pionieri del bio di svariate discipline. Negli ultimi decenni, il settore ha sviluppato ulteriormente l'agricoltura biologica portandola a ciò che è oggi: Organic 2.0.

Questa fase è stata caratterizzata dalla realizzazione pratica, nonché dalla commercializzazione e dalla creazione di standard e label privati riconosciuti dalla legge. L'agricoltura biologica certificata è presente oggi in 160 Paesi.

I metodi di coltivazione sono stati notevolmente perfezionati grazie alla ricerca scientifica e al management delle conoscenze degli agricoltori. Il movimento biologico ha dato vita a una molteplicità di istituzioni decentrate che agiscono autonomamente.

Stefan Zwoll, amministratore delegato del BÖLW: 'L'agricoltura biologica ha enormi potenziali di sviluppo in tutto il mondo. È la via strategica ideale per una coltivazione sostenibile. Per poter sfruttare le chance dobbiamo fare ora un passo in avanti e percorrere la strada di Organic 3.0. Vogliamo ancorare ancora di più il biologico nella società civile, nella politica e nell'economia. Per prima cosa si tratta qui di analizzare le mutate condizioni a livello globale'.

Markus Arbenz, amministratore delegato dell'IFOAM: 'I produttori biologici, il commercio e l'industria della lavorazione e della trasformazione devono affrontare insieme il compito di elaborare idee per l'agricoltura biologica del futuro. Progetti che promuovano la sostenibilità, permettano la crescita senza andare a discapito della qualità e, nel contempo, aumentino la credibilità verso i clienti, partendo dall'agricoltura sostenibile'.