Bio Valvenosta al SANA. Eberhöfer: “Entro 3 anni produrremo di più"

Inserito il 9 settembre, 2016 - 16:54

Mela Bio Val Venosta non poteva certo mancare a quella che da molti è ritenuta la manifestazione per eccellenza del mercato dell’alimentazione biologica, il SANA, che ha aperto i battenti oggi, 9 settembre, a Bologna.


Lo stand di Bio Valvenosta è stato visitato oggi dal responsabile commerciale, Gerhard Eberhöfer, che ha rilasciato alcune dichiarazioni a GreenPlanet: “Abbiamo una qualità eccellente ma purtroppo quest’anno, per motivi meteo, in particolare per una terribile grandinata di fine aprile, non avremo una quantità sufficiente per rispondere alle molte richieste che ormai ci arrivano da tutto il mondo. Siamo un’eccellenza riconosciuta a livello internazionale per quanto riguarda la frutta biologica e ci stiamo attrezzando per rispondere alla richiesta. I nostri clienti, alcuni dei quali abbiamo incontrato qui al SANA, devono avere un po’ di pazienza ma saranno presto accontentati. Lo scorso anno la superficie bio tra i nostri associati è cresciuta del 10%; quest’anno l’aumento sfiora il 20%. Come è noto, tuttavia, servono tre anni per convertire a bio una superficie rurale quindi, un po’ di pazienza. Ma nel frattempo non stiamo certo fermi, continuiamo a perfezionare i nostri standard per confermarci a livello di eccellenza”.
“La raccolta è iniziata regolare anche quest’anno a fine agosto nelle zone più basse della Val Venosta con la varietà Gala - spiega Gerhard Eberhöfer - e, gelata a parte, possiamo tranquillizzare i nostri clienti sul fatto che la qualità è ottima e l’aspetto sta prendendo i colori più accesi su tutte le varietà grazie alle giornate soleggiate di questi giorni pre-raccolta: unico neo, alcuni areali con coltivazioni collinari, sempre a causa della gelata primaverile, registrano qualche vizio estetico dovuto alla presenza di “ruggine” sulla buccia, che per certi versi dona un aspetto più genuino e naturale alla nostra mela bio. Il calibro dei frutti si presenta medio-piccolo, ideale per il mercato del biologico.”
“Le vendite - prosegue Eberhöfer - sono ormai ai blocchi di partenza e, visto un calo generalizzato della produzione biologica europea intorno al 6-7% in un mercato bio in crescita, non possiamo che essere ottimisti e contenti per i nostri produttori perché si registreranno prezzi un po’ più alti rispetto la media degli ultimi anni.”
Bio Val Venosta si afferma tra i primi posti in Europa come produttore di mele biologiche, sia in termini quantitativi che qualitativi, ed è in grado di garantire ai propri clienti uno standard unico in termini di rintracciabilità, certezza della provenienza e sicurezza. “A sostegno di questi valori, nasceva un anno fa il Progetto BioGraphy, – continua Eberhöfer – che ha reso possibile al consumatore, collegandosi al sito biography.vip.coop ed inserendo nella homepage il nome e cognome del contadino presente sulle etichette delle confezioni, di risalire alla zona di provenienza e 'vedere' di persona dove e da chi il frutto è stato coltivato. Una case history di successo che ha reso possibile nuove implementazioni del progetto, arricchito quest’anno di filmati emozionali con i contadini protagonisti che raccontano con passione e orgoglio il loro lavoro quotidiano nei melati".