Bio Südtirol

Inserito il 1 settembre, 2011 - 00:29


 
 
 

Indirizzo: Via Jakobi 1/A • I-39018 Terlano (BZ)
Tel / Fax:  0471 324239 / 0471 324164
Contatta l'azienda 
Website: www.biosudtirol.com
Dove Siamo 



Descrizione prodotti:

Mele biologiche di alta qualità è sinonimo di mele maturate all’aria di montagna dell’Alto Adige, patria delle mele più pregiate d’Europa. Una qualità indiscussa, che deriva da una tradizione secolare e dalla coltivazione biologica, iniziata nel 1990. Coltivate dai 187 produttori biologici soci della nostra cooperativa, su un territorio di oltre 700 ettari, raccolta a mano con cura, conservate e lavorate nel nostro stabilimento, sono disponibili per 11 mesi l’anno. Oltre 30 le varietà coltivate: Golden, Royal Gala, Fuji, Pink Lady, Kanzi, Evelina, Granny, Stark Delicious, Topaz, Gold Rush, Morgenduft, solo per ricordare le più famose, a cui si aggiungono pere di montagna, succhi , vino, purea di mele.

Marca commerciale: Bio Südtirol, Marlene Bio, Bioland


Ente Certificatore: Bio

ABCERT


Filiera di appartenenza:

Produttore:
187 soci produttori in Alto Adige


Distributore: 

 
BIO SUDTIROL Cooperativa Società Agricola
Zona Industriale 11/a
39011 Lana (BZ)
Tel. 0473 550200
Fax 0473 554126


 

 

 
 
 
 









 

L'azienda informa

Comunicazione Bio Südtirol, rivoluzione a 360 gradi

C’è fermento a Bio Südtirol, uno dei due punti di riferimento del comparto melicolo altoatesino, dal 2002 socia VOG. L'entusiasmo di Michael Theiner, responsabile brand communication, lo testimonia. Il motivo è l'operazione di ridefinizione del marchio avviata nel gennaio di quest’anno.
La stagione produttiva non è stata delle più rosee - non è un segreto -, ma la resiliente determinazione sudtirolese sembra essere solleticata da questa sfida, affrontata con una precisa strategia commerciale e la consapevolezza dei punti deboli da migliorare.

Mele Bio Südtirol: Mai una partenza così

Werner Castiglioni, direttore commerciale di Bio Südtirol, il colosso europeo delle mela bio, parte del gruppo VOG, ha dichiarato soddisfatto al SANA di Bologna: “La campagna 2015 ha avuto una partenza che non c’era mai stata prima.

Abbiamo messo sul mercato le prime mele di nuovo raccolto, della varietà Gala, già intorno a Ferragosto con ottimi risultati e la campagna procede regolarmente, facilitata dal fatto che le mele della campagna precedente erano andate completamente esaurite prima della partenza del nuovo ciclo commerciale.

Bio Südtirol: mele di qualità nel nuovo raccolto

Soddisfazione a Bio Südtirol per la raccolta 2014. 'Le nostre mele si presentano con un'ottima qualità e ottimo colore - dice Werner Castiglioni (nella foto), direttore commerciale Bio Südtirol -. Così è stato per varietà importanti come Gala e Golden, adesso attendiamo il raccolto delle Pink Lady, tra fine ottobre e fine novembre, ma siamo fiduciosi. I quantitativi sono nella media, per un totale, comprensivo della quota destinata all'industria di trasformazione, di 25 mila tonnellate, dopo due anni di raccolto più basso'.

La cooperativa, con sede a Lana (Bolzano), produce mele biologiche a marchio Bio Südtirol e Bio Marlene e lavora anche per altri marchi bio per rispondere alle diverse esigenze del mercato internazionale. I mercati di sbocco principali sono la Germania, la Scandinavia e l'Inghilterra. Dal 2013 la produzione Bio Südtirol è entrata con successo nel mercato spagnolo con il marchio Bio Marlene: 'Stiamo cercando di espandere questo mercato che si sta rilevando particolarmente interessante e lo facciamo esclusivamente attraverso il marchio Bio Marlene', spiega Werner Castiglioni.

Marchio garanzia AIAB per Bio Suedtirol

Più di 27 mila tonnellate di mele 100% biologiche e 100% italiane sono pronte a entrare nel mercato nazionale e in quello europeo. Grazie all’accordo siglato tra AIAB e Bio Suedtirol, la produzione degli oltre 800 ettari gestiti dai 187 produttori biologici soci della Cooperativa dell’Alto Adige sarà commercializzata con il marchio 'garanzia AIAB Italia'.
'Questo è un importante risultato per chi come AIAB da sempre promuove un biologico di alta qualità come lo è appunto quello di Bio Suedtirol e siamo sicuri che questo primo passo porterà ad una proficua collaborazione tra le nostre due strutture', afferma Alessandro Triantafyllidis, presidente di AIAB.
 

Mega truffa, danni alle mele altoatesine

La maxi truffa del biologico dell’altra settimana ha causato una serie di ripercussioni sui mercati esteri. A testimoniarlo è Dietmar Franzelin, direttore commerciale di Bio Sudtirol di Lana (Bolzano), cooperativa fondata nel 1990 e attualmente con 187 produttori associati, specializzata nel biologico e facente parte del consorzio altoatesino Vog. 'Subito dopo la diffusione delle notizie riguardanti lo scandalo', afferma Franzelin, 'in poco più di mezza giornata abbiamo ricevuto molte e insistite richieste di informazioni da parte di diversi clienti che volevano capire cosa era successo pretendendo, come logico garanzie. Alcuni giorni dopo la vicenda, venerdì 9 dicembre, alcune catene distributive tedesche per precauzione hanno ritirato dagli scaffali i nostri prodotti, sebbene non c’entrassero nulla con la vicenda.