Federbio

La senatrice insulta il bio: FederBio scrive a Mattarella

Inserito il 2 marzo, 2018 - 10:51

Dopo l’ennesimo intervento pubblico della senatrice a vita Cattaneo, che per difendere e promuovere il glifosato e gli OGM crede necessario attaccare l’agricoltura biologica definendola una ‘operazione di marketing’, FederBio ha ritenuto opportuno segnalare la situazione al presidente della Repubblica Mattarella, quale supremo garante delle Istituzioni, prima che le circostanze inducano a rivolgersi alla magistratura per tutelare l’immagine e l’operato di oltre 72 mila aziende del settore. Fra queste vi è anche la tenuta presidenziale di Castel Porziano, regolarmente certificata secondo le norme europee e nazionali vigenti. [...]

I rischi del mais OGM. Federbio risponde all’Università di Pisa

Inserito il 23 febbraio, 2018 - 12:54

Il 15 febbraio un comunicato stampa dell’Università di Pisa e della Scuola Universitaria Superiore Sant’Anna, diffuso su tutti i media nazionali, ha affermato che il mais OGM non comporta alcun rischio per la salute umana, animale e ambientale. In realtà nel testo del comunicato non si riporta alcun dato a supporto di questa affermazione, evidenziando piuttosto l’intento di propagandare le migliori prestazioni produttive del mais transgenico e di convincere i consumatori della sua superiorità rispetto alle varietà non modificate geneticamente. [...]

Crescita record del biologico in tutta Europa

Inserito il 26 gennaio, 2018 - 12:02

Con un’avanzata da 400 mila ettari l’anno e con un incremento di superfici dedicate all’agricoltura bio del 18,7%, il settore più dinamico dell’agricoltura europea è quello biologico. I dati rilevati da Eurostat fotografano un settore che, dal 2012 al 2016, è in costante crescita con risultati da record relativi all’incremento delle superifici coltivate e al sempre più consistente numero di produttori che decidono di lasciare l’agricoltura tradizionale per abbracciare il metodo biologico. Nell’UE, infatti, 11,9 milioni di ettari certificati bio o in via conversione (il 6,7% della superficie agricola totale utilizzata) sono gestiti da 295.600 produttori biologici registrati, che operano in un solido mercato comunitario dal valore di 27 miliardi di euro: il 125% in più rispetto a 10 anni fa. [...]

Federbio sul regolamento europeo: più ombre che luci

Inserito il 10 settembre, 2017 - 23:01

Pubblicato in bozza per la prima volta nel marzo 2014 - a solo pochi anni dall’integrazione del Regolamento CE 834/2007 - dopo 42 mesi è stata raggiunta in giugno una fragilissima intesa (17 Stati a favore, 11 contrari) sul nuovo regolamento Europeo sul Biologico, che lascia interrogativi. Ampiamente criticato perché poco ambizioso e incapace di supportare lo sviluppo del comparto, il nuovo regolamento e il futuro della politica europea sul biologico sono stati i temi al centro del Convegno di apertura del SANA (Bologna, 8-11 settembre 2017), organizzato da BolognaFiere e FederBio, a cui hanno partecipato rappresentanti del comparto e della politica a livello comunitario. [...]

Carnemolla: Il decreto sui controlli, rivoluzione a metà

Inserito il 20 giugno, 2017 - 12:27

Federbio è intervenuta oggi, 20 giugno, sul decreto sui controlli nel bio con una nota in cui definisce il provvedimento approvato dal governo 'una rivoluzione a metà’. La riconferma dei poteri all’Ispettorato Centrale Repressione Frodi del Ministero - si legge in particolare nella nota - è l’anticamera dell’inefficacia del provvedimento: Federbio propone il nuovo Comando Unità per la Tutela Forestale, Ambientale e Agroalimentare dell’Arma dei Carabinieri come l’autorità più qualificata per migliorare sensibilmente l’efficacia dei controlli sul biologico italiano e rendere questo settore un faro per lo sviluppo dell’agroalimentare a livello europeo. [...]

Controlli sul biologico: il settore ne esce ‘pulito'

Inserito il 10 marzo, 2017 - 08:31

I numeri confermano che il settore del biologico rispetta le norme. A sostenerlo è Federbio che comunica che nel corso del 2016, l’ispettorato Centrale della Tutela della Qualità e della Repressione Frodi dei Prodotti Agroalimentari – l’autorità di controllo del ministero delle Politiche agricole – ha svolto 38.756 ispezioni di aziende agricole e alimentari italiane, prelevando 9.554 campioni da sottoporre ad analisi chimiche. [...]

La vergognosa farsa del mais OGM in Friuli

Inserito il 14 ottobre, 2013 - 21:12

L'Italia è il Paese delle commedie e quanto è successo a Vivaro, in provincia di Pordenone, ne è la conferma. Intorno alle 3 di notte del 12 ottobre un gruppetto di attivisti contrari al mais Ogm ha spruzzato spray colorato sul terreno sbagliato, un campo coltivato a mais convenzionale pensando di agire sull'appezzamento coltivato a OGM. Il blitz notturno non ha così potuto impedire lo svolgimento della prima 'Festa della trebbiatura di mais Ogm', iniziata nella tarda mattinata, nonostante la pioggia, ad opera dello sparuto gruppo di sostenitori del mais geneticamente modificato. [...]

Green War, il falso bio ritorna in scena

Inserito il 7 giugno, 2013 - 23:01

La Guardia di Finanza ha sgominato una 'associazione a delinquere' formata da aziende coinvolte in un nuovo giro di falso biologico. Nell'ambito dell'operazione denominata 'Green War', in corso in tutta Italia da diversi mesi - spiega una nota - le Fiamme gialle di Pesaro e i funzionari dell'Ispettorato Repressione frodi del ministero delle Politiche agricole e forestali di Roma, hanno infatti perquisito aziende operanti nel settore dei prodotti da agricoltura biologica, ubicate a Cremona, Brescia e Pesaro, e sequestrato 800 tonnellate di semi di soia proveniente dall'India e 340 tonnellate di panello e olio di colza proveniente dalla Turchia, per un valore di circa 600mila euro, in quanto prodotto contaminato con 'clormequat', pesticida altamente tossico per la salute. [...]

VinItaly, exploit del bio nel 2014: nasce il Salone

Inserito il 7 aprile, 2013 - 19:42

Il vino biologico è un po' in ordine sparso al VinItaly 2013 inaugurato a Verona questa mattina, 7 aprile, e in calendario fino a mercoledì 10. Una presenza quasi sommessa, eppure c'è, eccome. Ed è destinata a crescere, anche se lascia un po' d'amaro in bocca vedere come l'area espositiva specializzata Vivit, inaugurata lo scorso anno, rappresenti quest'anno non in modo specifico vini biologici e biodinamici in quanto dedicata più genericamente ai vini artigianali 'espressione autentica del territorio'. [...]

Lettera a Bruxelles: serve una svolta nella PAC

Inserito il 7 marzo, 2013 - 20:21

Le 14 associazioni del mondo ambientalista e dell'agricoltura biologica che si sono unite per dare voce a questi mondi nell'ambito della riforma della Politica Agricola Comune, adesso rivolgono un appello agli europarlamentari affinchè usino bene il loro voto il prossimo 12 marzo a Strasburgo. La sfida riguarda il futuro perché solo una riforma per un'agricoltura in grado di produrre cibo sano, salvaguardare l'ambiente e il paesaggio, può favorire la creazione di nuova occupazione per i giovani, la permanenza degli agricoltori nel territorio e contribuire al superamento della crisi economica. [...]

Condividi contenuti