CCPB

VinItaly: Piva attacca Farinetti sul 'vino libero'

Inserito il 7 aprile, 2013 - 19:57

Non c'è un dato certo sulla produzione di vino biologico in Italia. Quello che si sa è che le superfici a vite coltivate con metodi bio sono in continua crescita nel nostro Paese e hanno superato i 52 mila ettari, circa l'8 per cento del totale della superficie a vite: una cifra molto importante e che fa prevedere che in pochi anni i vini biologici saranno protagonisti. 'Il fenomeno del forte interesse del settore enologico verso il bio è assolutamente recente - afferma Fabrizio Piva, amministratore delegato del CCPB, che abbiamo intervistato a VinItaly - ed è destinato a crescere sull'onda del Regolamento europeo 203/2012 che ha disciplinato per la prima volta la materia, dando riconoscibilità alla produzione biologica. Anche qui a VinItaly si avverte la decisa evoluzione del vino biologico verso l'apprezzamento da parte del mercato'. [...]

CCPB a Vinitaly 2013 convegno sul vino biologico e sostenibilità

Inserito il 3 aprile, 2013 - 12:13

CCPB e Consorzio Il Biologico saranno a Vinitaly dall'8 al 10 aprile a Verona. Due stand con le aziende associate nel padiglione 11 B2 e nello spazio di Sol & Agrifood, la rassegna dell'agroalimentare di qualità, pad. C stand 100. Una fiera internazionale che serve da bilancio per il primo anno di entrata in vigore dell'atteso Reg CE 203/2012 sul vino biologico europeo.
  [...]

Il CCPB propone il Life Cycle Assessment

Inserito il 20 marzo, 2013 - 08:45

Intervento del Consorzio per la certificazione dei prodotti biologici di Bologna (CCPB) al meeting 'Pesticide Use and Risk Reduction for future IPM in Europe' (Riva del Garda, 19-21 marzo).

Un appuntamento fondamentale per fare ricerca e studiare le applicazioni agricole della direttiva europea 128/2009 sull’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari.

'Il futuro sostenibile dell'agricoltura - sostengono al CCPB - è il nostro mestiere, come si vede dai molteplici servizi offerti in questo settore: siamo accreditati a certificare la Produzione Integrata (IPM) e il monitoraggio e la riduzione degli impatti ambientali con metodologia Life Cycle Assessment (LCA)'. [...]

CCPB e il Biologico al Cosmoprof 2013

Inserito il 7 marzo, 2013 - 21:08

Il CCPB e il Consorzio il Biologico saranno a Cosmoprof, la fiera internazionale per gli operatori professionali del settore bellezza. Dall’8 all’11 marzo a Bologna Fiere, saranno presenti con uno stand istituzionale dove esporranno una rassegna di cosmetici biologici e naturali delle 14 aziende associate: Aboca, Agripharma, Akronimex, Ctm Altromercato, Bellezza Bio Montalto, Esprit Equo Dounia, Gala Cosmetici, Herb Sardinia, Hair Line Diffusion, La Nordica, L’Isola Verde Erboristerie, Naturetica, I Provenzali Bio, Starlite. [...]

CCPB a Biofach: le sfide della certificazione

Inserito il 21 febbraio, 2013 - 10:14

Il biologico ha un futuro sostenibile. Con questa conferma CCPB e Consorzio Il Biologico hanno chiuso l'edizione 2013 di BioFach – Vivaness, la grande fiera mondiale sul biologico, dove sono stati presenti con uno stand collettivo di 800 metri quadri, con 27 aziende associate divise tra le aree food e cosmesi e all’interno un ristorante di prodotti biologici italiani.
 
Due sono i segnali positivi, uno italiano e uno estero, sostengono al CCPB. Proprio alla fiera di Norimberga l'ISMEA (Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare), ha annunciato un 7,3% di crescita per i consumi bio italiani, che segue il più 9% messo a segno nel 2011.  [...]

Così CCPB e Consorzio il Biologico al Biofach

Inserito il 10 febbraio, 2013 - 23:02

Per CCPB e Consorzio Il Biologico, Biofach e Vivaness sono l’appuntamento più importante dell’anno. Lo stand collettivo gestito dalle due società copre 800 metri quadri, con 27 aziende associate divise tra le aree food e cosmesi.

All’interno dell'area opera il ristorante di prodotti biologici italiani che è probabilmente il più famoso punto di ritrovo di Biofach. 'Il biologico - afferma Fabrizio Piva, ad di CCPB - ha posto l’attenzione sulla sostenibilità dei processi produttivi e ne ha fatto un driver di successo contaminando anche tutti gli altri segmenti dell’agroalimentare, tanto più oggi che la sostenibilità rappresenta un obiettivo irrinunciabile, pena la frattura degli equilibri ambientali del Pianeta”. [...]

CCPB e Consorzio il Biologico a 'Marca'

Inserito il 19 gennaio, 2013 - 12:23

Per CCPB e Consorzio il Biologico l'edizione 2013 di 'Marca' è stata promettente. La fiera dedicata alle marche dei distributori, tenutasi a Bologna il 16 e 17 gennaio, ha visto la partecipazione in uno stand comune di CCPB e del Consorzio con una selezione di prodotti delle aziende associate. 'La nostra presenza nella marca commerciale è di fondamentale importanza' dice Fabrizio Piva, amministratore delegato di CCPB. 'Anche in questo particolare settore si conferma il successo del biologico'. [...]

Nuovo impulso alla patata del Fucino

Inserito il 16 dicembre, 2012 - 15:02

Anche il CCPB ha partecipato a 'Filiera della patata biologica', una giornata di incontro con gli operatori commerciali organizzata dall'Associazione Marsicana Produttori Patata (AMPP) a Aielli Stazione in provincia dell'Aquila.

Nella sua relazione Fabrizio Piva, amministratore delegato di CCPB, oltre a presentare i numeri dell'agricoltura biologica in Italia e nel mondo, ha illustrato la crescita della superficie agricola coltivata con patate bio: si è passati dai 730 ettari del 2003 ai 981 del 2011. [...]

Il CCPB comunica con sito e newsletter rinnovati

Inserito il 11 dicembre, 2012 - 22:33

Il Consorzio per la certificazione dei prodotti biologici di Bologna è partito con il nuovo sito web www.ccpb.it, completamente rinnovato con la web agency bolognese Craq.

Un progetto di comunicazione più bello a vedersi, più chiaro da leggere, più facile da consultare soprattutto nelle parti che riguardano documenti e legislazione inerenti alla certificazione. [...]

L'agricoltura bio combatte l'effetto serra

Inserito il 7 dicembre, 2012 - 20:39

L’agricoltura biologica aiuta a combattere l’effetto serra. Il ricorso al metodo di produzione biologica permette di fissare importanti quantità di carbonio nel terreno e contribuisce a frenare il riscaldamento climatico. La conferma arriva da un gruppo di ricercatori internazionali dell’ Istituto di ricerca FiBl, con sede in Svizzera. I ricercatori hanno esaminato i dati di 74 studi internazionali che hanno paragonato gli effetti sul terreno delle coltivazioni biologiche e quelle tradizionali. Nei vari studi è stata misurata la quantità di carbonio presente nell’humus, lo strato superiore del terreno. [...]

Condividi contenuti