Associazioni

Verso la costituzione di Anabio Sicilia

Inserito il 28 aprile, 2013 - 14:01

Si è svolta il 23 aprile a Catania nella sede della CIA (Confederazione italiana dell'agricoltura) provinciale la prima riunione dei produttori biologici in preparazione della costituzione dell’Anabio Sicilia. Si è trattato del primo confronto con gli agricoltori biologici promosso in Sicilia dalla CIA con l’obiettivo di costruire un percorso associativo complesso.
  [...]

Ragazzi difficili ricominciano dal bio

Inserito il 21 aprile, 2013 - 11:43

Lezioni sul campo per i ragazzi degli istituti penitenziari minorili di sei regioni italiane che, in questi giorni, stanno iniziando corsi di orticoltura biologica. L’attività formativa è contestuale alla realizzazione di orti biologici all’interno degli istituti, in cui i ragazzi coltiveranno varietà antiche e autoctone per valorizzare la biodiversità e le produzioni tipiche dei territori. Ad essere coinvolti saranno circa 70 ragazzi e ragazze degli istituti di Palermo, Roma, Pontremoli (Mc), L’Aquila, Airola (Bn) e la comunità Borgo Amigò di Roma, due classi di età: i minori tra i 14 e i 18 anni e giovani adulti tra i 18 e i 21, detenuti negli Istituti Penali per Minorenni e in esecuzione penale esterna al carcere. [...]

AIAB: stop al mais OGM, bene il governo

Inserito il 19 aprile, 2013 - 13:23

'La decisione di respingere la richiesta di coltivazione di ibridi di mais OGM, presentata lo scorso anno da Silvano Dalla Libera, ci rassicura e conferma che un'agricoltura italiana libera da OGM è ciò che le norme impongono, ma anche ciò che la maggior parte del Paese chiede. L'interesse per la coltivazione di colture OGM è solo di pochissimi, ma va a scapito dei tanti agricoltori che fanno della qualità e della salvaguardia della biodiversità la base delle proprie attività economiche, con conseguenze sulla larghissima maggioranza dei cittadini, sul rispetto della loro volontà e sulla loro sovranità alimentare'. [...]

Sicurezza bio, AIAB: l'informatica non basta

Inserito il 16 aprile, 2013 - 14:32

L’attenzione sulla frode alimentare del falso bio diminuisce, ma rimangono i problemi legati alla mancanza di controllo delle frontiere e alla larghezza delle maglie entro le quali si infilano i malfattori.

'Non basta registrare all’interno di un programma informatico i prodotti provenienti da Paesi terzi per dichiararli sicuri. La burocrazia, seppur tecnologica, non può sopperire all’attuale mancanza di controllo alle frontiere'. [...]

'Pesticidi nell'acqua, l'agricoltura va cambiata'

Inserito il 12 aprile, 2013 - 09:35

14 organizzazioni tra cui AIAB, Associazione per l’Agricoltura Biodinamica, Fai, Firab, Federbio-UpBio, Italia Nostra, Legambiente, Lipu,Pro Natura-Federazione Nazionale, SIEP, Slow Food Italia, TCI, WWF, chiedono alle tre principali istituzioni europee, Parlamento, Consiglio e Commissione decisioni coraggiose per una autentica riforma della politica agricola comune in grado di rendere più sostenibile per l’ambiente l’attuale sistema agricolo europeo.
  [...]

Federbio sul falso bio: tuteliamo il settore

Inserito il 11 aprile, 2013 - 13:21

FederBio, in riferimento al sequestro attuato dalla Guardia di Finanza di falsi prodotti bio - soia, mais e grano tenero provenienti dall’Ucraina e soia proveniente dall'India falsamente certificati come biologici – mette in evidenza il suo impegno per tutelare il comparto del bio e quindi tutte quelle imprese sane e oneste che operano nel nostro Paese. FederBio è l’unica parte civile ammessa nel processo in corso a Verona per la frode Gatto con gli Stivali e sta collaborando attivamente con le Autorità per denunciare comportamenti scorretti da parte di chi, anche all’estero, tenta di aggirare il sistema di certificazione del biologico. [...]

OGM e governo. Carnemolla: bene ma in ritardo

Inserito il 5 aprile, 2013 - 14:02

Il presidente di FederBio, Paolo Carnemolla, ha commentato con una dichiarazione non priva di 'pepe' la richiesta di sospensione d’urgenza dell'autorizzazione alla messa in coltura di sementi di mais Mon810 in Italia e nel resto dell'UE trasmessa alla Direzione Generale salute e consumatori della Commissione Europea con lettera del ministro della Salute Renato Balduzzi, insieme al dossier elaborato dal ministro dell'Agricoltura Mario Catania.

'Consapevole dei rischi della situazione anzitutto per l’agricoltura biologica italiana, FederBio - dichiara Carnemolla - aveva chiesto al Governo l’adozione della clausola di salvaguardia sugli OGM sin nell’immediatezza della sentenza della Corte di Giustizia europea favorevole alla Monsanto. [...]

Legambiente: Isola Capo Rizzuto sotto attacco

Inserito il 16 marzo, 2013 - 23:12

Bungalow abusivi in un’area marina protetta, aggressione alle coste e al patrimonio naturale, turismo sotto scacco delle illegalità. Un’altra vicenda che parla in negativo della Calabria e conferma la giustezza della richiesta di Legambiente di un tavolo di confronto con la Regione sulla maladepurazione, che deve tenere conto anche delle altre emergenze ambientali e legali che segnano il territorio calabrese, per dare speranza al settore turistico di cui ogni estate con la Goletta Verde vengono segnalati limiti ma anche potenzialità.
  [...]

Federbio 'sbarca' a Foodex Japan

Inserito il 5 marzo, 2013 - 09:19

Vino, pasta e legumi, olio di oliva extra vergine, marmellate, confetture, succhi di frutta e conserve, prodotti da forno, snacks e merendine bio e italiane: fino all’8 marzo cinque aziende bio italiane partecipano a Foodex Japan - la più importante manifestazione fieristica del Giappone per il settore agroalimentare – presso lo stand OFOM (Organic Food Organic Mood). E' previsto un evento informativo OFOM che mette in luce le caratteristiche qualitative dei prodotti biologici.

L’incontro è aperto agli operatori del settore e in particolare ai buyer giapponesi. Al termine dell’evento, una degustazione guidata dei prodotti bio made in Italy fa comprendere come essi siano sinonimo di qualità, garanzia e gusto. FederBio, nell’ambito del progetto Organic Food Organic Mood, contribuisce alla promozione e al fare informazione sui prodotti biologici certificati ai sensi del regolamento CE n. 834/2007, nei Paesi extra europei. [...]

L'AIAB condanna gli scandali alimentari

Inserito il 1 marzo, 2013 - 11:20

'Il regno animale è attraversato da una grande confusione, come se un ammutinamento sull’arca di Noè avesse portato a mescolare specie e comportamenti. E’ quanto sembrerebbe emergere dagli scandali alimentari e dalle perversioni legislative degli ultimi giorni, tutti rientranti nel recinto della zootecnia, la filiera più lunga ed esposta ad interessi opachi:  dalla carne di cavallo macinata in una lunga serie di alimenti trasformati che non la dovevano contenere e che, comunque, non la riportano in etichetta, alle uova spacciate come bio in Germania cercando di speculare su un mercato biologico in crescita, fino alle farine animali che tornano ad essere legittimate nell’alimentazione degli animali di allevamento, come previsto per i pesci da acquacoltura da parte dell’Unione Europea con il Reg 56/2013.
  [...]

Condividi contenuti