Associazioni

Assobio, 10 anni spesi beni. Due ricerche presentate in Expo

Inserito il 4 giugno, 2015 - 05:54

18,4 milioni di famiglie italiane acquista prodotti bio: 3,2 milioni (+14,8% rispetto all'anno precedente) sono clienti abituali e acquistano bio tutte le settimane; 3,2 milioni di famiglie (+8,4%) acquistano bio una volta al mese e 12 milioni di famiglie acquistano bio ogni 3 mesi. I consumatori più attivi, prevalentemente donne, sono di fascia di età tra i 25 e i 44 anni e fra i 55 e i 64 anni.

Questo il quadro tracciato dalla ricerca Nielsen 'L'alimentare e il biologico in Italia' commissionata da Assobio, l'associazione di rappresentanza delle imprese di trasformazione e distribuzione dei prodotti biologici parte di FederBio, e presentata oggi, 3 giugno, al Parco della Biodiversità, l'area tematica in EXPO realizzata da BolognaFiere e dedicata all'agricoltura biologica e all'agrobiodiversità. [...]

Adiconsum e Anabio insieme per un bio più forte

Inserito il 17 maggio, 2015 - 10:16

Lavoreranno insieme per lo sviluppo dell'agricoltura biologica in Italia Adiconsum e Anabio, associazione aderente alla CIA-Confederazione italiana agricoltori, che hanno siglato una collaborazione in un contesto che vede da una parte l'apertura di Expo e dall'altra l'avvio della nuova fase di Programmazione europea 2014-2010.

Base di partenza del lavoro congiunto - spiegano le due associazioni in un comunicato - sarà il 'Memorandum' #2015: Agricoltura biologica 2.0, piattaforma politica e professionale che indicherà una serie di azioni che devono essere messe in pratica per affermare definitivamente l'agricoltura biologica, dall'approvazione di un nuovo 'Piano d'azione nazionale per l'agricoltura biologica' all'assegnazione di adeguate risorse nei 'Piani regionali di sviluppo rurale', alla riforma del sistema di certificazione, alla semplificazione amministrativa. [...]

La CIA punta sul bio e sfida Expo: 'Affermi la biodiversità'

Inserito il 22 aprile, 2015 - 08:56

Il futuro dell’agricoltura si gioca sulle coltivazioni biologiche e il suo valore su quello della biodiversità.

Dino Scanavino, presidente nazionale di CIA (Confederazione italiana agricoltori) partecipando lunedì 20 aprile a Bologna alla conferenza stampa di presentazione del Biodiversity Park allestito da Bolognafiere in collaborazione con il Mipaaf, il Ministero dell’Ambiente, Expo 2015, Federbio di cui la CIA è main partner, ha lanciato la sfida proprio all’Expo: “Sia l’occasione per affermare il grande patrimonio di biodiversità del nostro Paese e per far uscire definitivamente i prodotti biologici dall’immagine di prodotti di nicchia”. [...]

Cresce il movimento contro l’intesa UE-USA

Inserito il 11 febbraio, 2015 - 00:51

Prende il via anche in Italia la raccolta di firme europea contro il TTIP, il Trattato Transatlantico tra Unione europea e Stati Uniti per l’apertura della più grande area di libero scambio conosciuta. Un negoziato condotto lontano dagli occhi indiscreti dell’opinione pubblica e dei parlamenti e che porterebbe ad una messa in discussione di standard e normative ambientali e sociali, considerate troppo spesso come impedimenti tecnici al libero commercio.

La raccolta di firme, sostenuta da tutte le campagne Stop TTIP che sono nate e si sono consolidate nell’ultimo anno in tutti i Paesi membri dell’Unione Europea, ha ormai raggiunto il milione di firme, consegnate al nuovo Presidente della Commissione Europea Juncker lo scorso ottobre, come regalo per il suo compleanno, ed è cresciuta giorno dopo giorno arrivando a superare il milione e quattrocentomila firme. [...]

Giuseppe Di Francesco presidente di Fairtrade Italia

Inserito il 15 dicembre, 2014 - 08:46

Il consiglio di amministrazione del consorzio Fairtrade Italia ha accolto le dimissioni rassegnate da Andrea Nicolello-Rossi sia per la carica di presidente che di consigliere di amministrazione, dovute a sopraggiunti impegni personali e professionali, ed ha eletto il nuovo vertice. Giuseppe Di Francesco è stato eletto nuovo presidente.

Già consigliere in Fairtrade Italia, Di Francesco dirige l’ufficio amministrazione della direzione nazionale di ARCI e dal 2013 siede nel consiglio di amministrazione di Banca Etica. [...]

Pressing della CIA a Bruxelles per la riforma del bio

Inserito il 4 dicembre, 2014 - 10:02

In Europa i consumatori chiedono più bio. Crescono, con percentuali superiori alla media mondiale, sia le superfici dedicate che il fatturato, entrambi in aumento del 6 per cento, e oggi il segmento biologico comunitario vale 18 miliardi di euro l’anno.

Un trend legato a doppio filo all’attenzione crescente dei cittadini verso la sostenibilità ambientale, che di fatto orienta sempre più spesso gli acquisti verso il bio, il sistema produttivo più 'green core' dell’agroalimentare europeo.
  [...]

Roberto Zanoni presidente di AssoBio

Inserito il 8 ottobre, 2014 - 13:30

AssoBio, l’associazione nazionale delle imprese di trasformazione e distribuzione dei prodotti biologici (vi aderiscono 35 tra i maggiori operatori italiani del settore, con sedi in Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Marche e Puglia, con strutture operative e logistiche in tutta Italia e anche all’estero), ha rinnovato il proprio consiglio direttivo.

Presidente è stato eletto Roberto Zanoni, direttore generale di EcorNaturaSì spa (il leader del mercato italiano: 125 supermercati interamente biologici affiliati, oltre 300 punti vendita aderenti al progetto CuoreBio). Tre i vicepresidenti: Andrea Bertoldi (direttore generale di Brio spa, società di commercializzazione di ortofrutta di proprietà degli agricoltori biologici e con filiali in Francia e Germania), Massimo Monti (amministratore delegato di Alce Nero & Mielizia, marchio storico di proprietà di oltre mille agricoltori e apicoltori, attiva anche nel settore del commercio equo e solidale) e Dino Poggio (amministratore delegato e direttore generale di Ki Group, fresca vincitrice del premio internazionale Le Fonti 2014 come miglior impresa nel settore della distribuzione dei prodotti biologici). [...]

Entusiasmo per la crescita dei consumi bio

Inserito il 2 agosto, 2014 - 14:48

Le associazioni del biologico hanno commentato con entusiasmo i dati sulla crescita dei consumi nei primi cinque mesi di quest'anno (+17,3%), diffusi lo scorso 29 luglio dal Ministero delle politiche agricole e riportati da GreenPlanet nello stesso giorno.

'I dati dimostrano che il comparto del bio può davvero rappresentare il futuro dell’agroalimentare italiano – sottolinea Paolo Carnemolla, presidente di FederBio -. La sempre più crescente attenzione rivolta al benessere dell’uomo e dell’ambiente è la leva che fa crescere i consumi, sia in GDO che nel canale specializzato. Le superfici coltivate con metodo biologico sono cresciute, sino a rappresentare circa il 10% del totale della superficie agricola nazionale, anche se con ancora forti squilibri territoriali dovuti all’assenza di una politica per il settore di livello nazionale. [...]

Green Cross Italia premia Francesco Rosi

Inserito il 28 giugno, 2014 - 14:56

'Un’opera di crudele attualità'. Così il regista Francesco Rosi ha definito il suo film capolavoro, 'Le mani sulla città', proiettato il 26 giugno, in versione restaurata, a Roma alla Casa del Cinema dall’organizzazione ambientalista Green Cross Italia.

Durante l’evento, organizzato in collaborazione con Anac, l’Associazione nazionale autori cinematografici, e il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, il maestro ha ricevuto un premio speciale da Green Cross: il 'Blue Drop Award'. Si tratta di una versione straordinaria in vetro blu di Murano della goccia Green Drop, il premio che l’associazione attribuisce ogni anno al film più ecologista tra quelli in concorso alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia. Una goccia che simboleggia la forza di ogni piccola azione anche quella, potentissima, di un film. [...]

UE e OGM: il plauso di CIA e Coldiretti

Inserito il 20 giugno, 2014 - 14:29

Finalmente l’Europa ha raggiunto un accordo politico per regolamentare gli OGM, lasciando agli Stati membri la libertà di coltivare o vietare la loro coltivazione sul proprio territorio. Si tratta di un passo avanti fondamentale per giungere a una soluzione definitiva della questione, anche in Italia dove da tempo è stata richiesta l’attivazione della clausola di salvaguardia.

Lo affermano le due grandi confederazioni agricole italiane, Coldiretti e CIA, in merito all’intesa politica raggiunta il 12 giugno dal Consiglio dei ministri dell’Ambiente UE riuniti a Lussemburgo. [...]

Condividi contenuti